Per mille strade siamo qui

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Per mille strade siamo qui.

Sono in 70mila i giovani presenti a Roma, da ieri sabato 11 a oggi  domenica 12 agosto, per l’incontro con papa Francesco. – La nostra vita è un cammino che ci porta a Dio tra molte difficoltà, dubbi, incertezze. In questo cammino veniamo guidati da Cristo stesso: egli ci fortifica con il “pane della vita”, che è il suo corpo offerto per noi e per la nostra salvezza.
– Non è un angelo che ci ordina di mangiare, come ad Elia. È lui Cristo Gesù, «il pane vivo disceso dal cielo». Chi ne mangia non muore. È Cristo che consegna la sua carne per la vita del mondo.
– E i 70 mila giovani provenienti da “mille strade”, dall’Italia e altrove, cantano e pregano per una umanità rinnovata, mentre chiedono al Signore: “Proteggi Tu il mio cammino!”

Dal Vangelo di questa domenica (Gv 6,41-51)
Io sono il pane vivo, disceso dal cielo.
♦ In quel tempo, i Giudei si misero a mormorare contro Gesù perché aveva detto: «Io sono il pane disceso dal cielo». E dicevano: «Costui non è forse Gesù, il figlio di Giuseppe? Di lui non conosciamo il padre e la madre? Come dunque può dire: “Sono disceso dal cielo”?».
♦ Gesù rispose loro: «Non mormorate tra voi. Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Sta scritto nei profeti: “E tutti saranno istruiti da Dio”. Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna.
Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia.
♥ Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».

Per mille strade siamo qui – I giovani e Papa Francesco
Sono in 70mila i giovani presenti a Roma, da ieri sabato 11 a oggi  domenica 12 agosto, per l’incontro con papa Francesco. Ieri sera, giorno 11, al Circo Massimo vi è stata la grande festa dei ragazzi della Pastorale Giovanile Cattolica di tutta Italia.
L’evento nazionale, Per mille strade siamo qui, si concluderà oggi domenica mattina (12 agosto) con la messa in piazza San Pietro.
– I partecipanti sono tutti molto giovani ed hanno hanno scelto di vivere questa esperienza di condivisione, amicizia e spiritualità, rinunziando a qualche giorno di mare o di montagna. Ma in compenso: quanti incontri! quante nuove amicizie! E soprattutto un incontro ravvicinato con Gesù Buon Pastore, attraverso il suo Vicario Papa Francesco!

Il canto del cammino dei giovani
Vale la pena di leggerlo e di farne un momento di preghiera personale.

Proteggi Tu il mio cammino
(tratto dal Salmo 138 – 139)

1) Questo mio cammino, ogni sentiero
La mia sofferenza, il riposo
Li presento a te, Maestro e Signore
Fa che io non ceda, mi ristoro in Te
Fammi indossare le ali dell’aurora
Fammi raggiungere l’estremità del mare

RIT.
Non ho paura, dirigi Tu i miei passi
Non sono solo, Tu vegli su di me
La Tua parola è il faro dei miei occhi
Sul mio cammino è luce
Sono con Te, mi scruti e mi conosci
Proteggi Tu il cammino ed il riposo
Ti sono note tutte le mie vie
Meravigliose le tue opere

2) Ogni mio pensiero, le preoccupazioni
Le mie delusioni, la felicità
Io le porto in me, e quando sono solo
Cerco Te Gesù, portami con te
Fammi indossare le ali dell’aurora
Fammi raggiungere l’estremità del mare
Indicami il sentiero della vita
Sia gioia piena nella Tua presenza
Dolcezza senza fine alla Tua destra

3) Strada d’amore, sentiero di pace
Abbraccio dello Spirito, libertà
Seguo Te Gesù, via diritta
Fonte di speranza, portami con Te
Fammi indossare le ali dell’aurora
Fammi raggiungere l’estremità del mare
Proteggi Tu il mio cammino
Meravigliose le Tue opere

Un pensiero per il 15 agosto = Assunzione B.V. Maria.
Risplende la Regina, Signore, alla tua destra.
♥ Maria partecipa fin dall’inizio della sua vita al mistero di redenzione di Gesù Cristo. Priva di ogni peccato è assunta in cielo e lì continua a cantare il suo Magnificat, lodando l’opera del Creatore. ♥ Anche noi, come Maria, siamo chiamati a una fede che ha uno sguardo in due direzioni.
– Da una parte credere nella realizzazione della Parola di Dio nella nostra vita.
– Dall’altra imparare a lodare e magnificare il Signore, perché lo vediamo all’opera nella storia e nella vita dell’umanità. (cf ladomenica.it).

La nostra vita è un cammino che ci porta a Dio tra molte difficoltà, dubbi, incertezze. In questo cammino veniamo guidati da Cristo stesso: egli ci fortifica con il “pane della vita”, che è il suo corpo offerto per noi e per la nostra salvezza. E ci accompagna la Divina Madre, indicandoci come fare quello che ci chiede Gesù. Perciò i giovani, soprattutto, guardano con fiducia al futuro per costruire con Cristo una umanità sempre rinnovata e guarita dalle sue ferite.

Condividi l'articolo