Pericolo sulla 522 tra Ricadi a Tropea

L’estate è alle porte e la provinciale 522 continua a serbare rischiosissime insidie sia agli automobilisti locali che, forse ancor più, a quelli in visita delle meravigliose spiagge della Costa degli Dei. Ancora una volta bisogna soffermarsi sul tratto più rischioso, quello messo peggio, che, per ironia della sorte è pure il più trafficato. Due mesi sono passati dal 29 marzo, giorno in cui, in occasione della locale fiera dell’Annunziata – tra l’altro posticipata quest’anno di sei giorni – un grosso camion proveniente da sud e quindi da ricadi, cercando di raggiungere il centro della cittadina tirrenica andava a sbattere contro la sbarra posta in prossimità della rampa d’accesso alla città presente sulla 522. Due mesi e ancora non è stato preso alcun provvedimento. La sbarra era stata posta ben due anni or sono per occludere lo svincolo principale per Tropea. Parte della rampa, infatti, era crollata oltre quattro anni fa e da allora non è stata mai riparata.
Ora la sbarra è appoggiata al muro di contenimento e lo svincolo, che porta verso un pericoloso restringimento a senso unico per chi accede alla 522, è aperto al traffico che da essa è in uscita. Per come stanno le cose, esso può rappresentare per gli utenti in macchina la via d’accesso principale ad uno scontro frontale, mentre chi viaggia in moto può addirittura trovarsi a fare un inatteso salto nel vuoto.
È necessario che si intervenga presto, per evitare che in questo avvio di stagione estiva la dissestata provinciale torni a far parlare di sé.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.