Porto di Tropea, si cambia

Critiche alla stampa nell’ultimo Consiglio Comunale

Alla società privata che lo gestisce non verrà rinnovato il contratto

Il Consiglio comunale del 29 settembre - foto Libertino
Il Consiglio comunale del 29 settembre - foto Libertino

Il Consiglio comunale del 29 settembre si è svolto secondo copione. In apertura, il capogruppo di Uniti per la Rinascita Roberto Scalfari ha chiesto la lettura del verbale nel punto in cui è trattato il procedimento di decadenza nei confronti dei consiglieri di opposizione per mancata partecipazione ai Consigli precedenti. In seguito, i componenti di UplR – Gaetano Vallone, Roberto Scalfari, Mario Sammartino e Giuseppe De Vita – hanno abbandonato l’aula.
Relativamente veloce, quindi, il resto del Consiglio, durante il quale sono stati approvati tutti i punti all’ordine del giorno.
Dopo la lettura ed approvazione verbali seduta precedente (dal n.30 al n.35), è stato approvato all’unanimità il punto “Stato di attuazione dei programmi e degli obiettivi, ricognizione equilibri e presa atto loro salvaguardia”. Il terzo punto all’Odg riguardava la “Variazione al bilancio”, mentre il quarto la variazione a quello di previsione, per come ratificato nella delibera della Giunta comunale 92 del tre settembre. Rodolico ha poi relazionato in merito al quinto punto, inerente l’attuazione della legge regionale n. 21 dell’11 agosto 2010 sulle misure straordinarie a sostegno dell’attività edilizia finalizzata al miglioramento della qualità del patrimoni. Il “Piano di lottizzazione Argani”, invece, è stato approvato a patto che vengano creati marciapiedi e piste ciclabili. Importante punto all’Odg è stato poi quello sulla revoca dell’affidamento alla ditta “Porto di Tropea” Spa della gestione, manutenzione e valorizzazione dell’approdo locale, che è stato un cavallo di battaglia della passata campagna elettorale. Il porto, quindi, dovrebbe tornare ai tropeani.
In seguito, si è trattato il punto sull’istanza di monetizzazione di una porzione d’area di proprietà comunale, provenienti da cessione, per realizzazione lottizzazione “Giardini di Paola”. Su tale punto il vice sindaco ha affermato che gli organi di stampa hanno riportato la vicenda in modo non corrispondente al vero, mentre il capogruppo Sandro D’Agostino ha invitato i siti di informazione a valutare meglio i comunicati stampa e la loro provenienza. Poichè siamo stati tirati in ballo e nonostante fosse fuori luogo un simile attacco, è doveroso da parte nostra e nei confronti dei nostri lettori sottoscrivere l’impegno a valutare meglio di prima i comunicati stampa. La maggioranza ha comunque garantito che il terreno verrà proposto al migliore offerente tra i proprietari delle particelle limitrofe a quella interessata. Tra gli altri punti vi erano poi l’alienazione di alcuni alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà comunale e l’istituzione dell’Anagrafe pubblica degli eletti per garantire la trasparenza delle Istituzioni del Comune d Tropea. Tutti gli eletti dovranno inserire perciò il loro patrimonio, i loro redditi e gli incarichi in un archivio con accesso libero al pubblicco e consultabile online.
Il sindaco, infine, ha chiesto il rinvio dell’ultimo punto, riguardante la decadenza dalla carica di consiglieri comunali per mancata partecipazione a sedute consiliari.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.