Porto, tutto anticipato al 15 aprile

Il Consiglio di Stato ha accolto l’istanza della società

Ricorrono i presupposti per la misura cautelare provvisoria

Porto di Tropea
Il Porto di Tropea - foto Libertino

Il Consiglio di Stato, in sede giurisdizionale (la Sezione VI) ha pronunciato un decreto (N. 01401/2011 REG.PROV.CAU. N. 02358/2011 REG.RIC.) sul ricorso 2358 del 2011, proposto dalla “Porto di Tropea S.p.A.”, rappresentata e difesa dall’avv. Colaci, contro il Comune di Tropea e nei confronti della Regione Calabria per la riforma dell’ordinanza sospensiva della I sezione del Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria, resa tra le parti, concernente il “Mancato rinnovo della concessione demaniale a seguito di internalizzazione del servizio di gestione del porto turistico”.
Il presidente Giancarlo Coraggio, visti il ricorso in appello e i relativi allegati, vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dal ricorrente, e considerato che ricorrono i presupposti per il rilascio della predetta misura cautelare provvisoria, ha accolto l’istanza ed ha quindi fissato per la discussione la camera di consiglio del 15 aprile 2011.

 

Condividi l'articolo