Possibile la candidatura di A. Repice

Incoraggiato dal comitato “PubblicaMente”

Toccherà alla cittadinanza decidere se accogliere o meno l’idee

Adolfo Repice segretario generale del comune di Torino

Oggi un altro evento  a Tropea segnerà il prosieguo della campagna elettorale. Adolfo Repice segretario generale del comune di Torino è stato incoraggiato dal comitato “PubblicaMente” a tornare in città: gli propongono di diventare il nuovo sindaco di Tropea. Repice si dice onorato dell’entusiasmo manifestato nei suoi confronti e aggiunge: ‹‹Questo gruppo di giovani e altri amici mi hanno attestato vicinanza perchè tutti si auspicano un cambiamento per Tropea››. Adolfo Repice parla con grande affetto e rispetto nei confronti della città dove è nato e cresciuto. Si rende conto che le condizioni finanziarie del comune non siano le migliori, ma che è una situazione che và osservata da vicino per poterne trarre le giuste considerazioni. Abbiamo chiesto dunque al dott. Repice se conferma questa sua volontà di candidarsi alle prossime elezioni amministrative e con fermezza ci risponde che “se ci saranno le condizioni adatte” lui sarà onorato di offrire questo servizio alla città. Le sue intenzioni sembrano precise. Toccherà alla cittadinanza decidere se accogliere o meno l’idee che lui ha per Tropea. ‹‹Io voglio pensare a dare a Tropea la giusta collocazione e rinomanza a livello europeo. Io non sarò il sindaco della spazzatura o quello che tapperà i buchi nelle strade. Questa è ordinaria amministrazione ed è dovere di tutti portarla avanti. Io invece vorrei anche essere il sindaco che pensa in grande. Vorrei mettere a servizio della città le conoscenze professionali, manageriali e personali che ho acquisito. Continuerò a mantenere il mio ruolo al comune di Torino e la mia presenza a Tropea sarà quella necessaria per risollevarla dallo stato in cui versa adesso››. Secondo il dott. Repice urge attuare una politica per gli anziani e per i giovani, senza dimenticare la riqualificazione urbana. La sua eventuale discesa in campo si configurerebbe attraverso “una lista civica che coinvolga tutti, perché tutti dobbiamo contribuire a salvare Tropea”.
Dunque un altro personaggio autorevole è stato chiamato ad interessarsi della cittadina del Tirreno. Il dott. Repice, persona sicuramente competente e professionale, dimostra grande senso pratico nell’inquadrare  le soluzioni giuste per la rinascita di Tropea. Partendo dal grande amore che nutre per la città focalizza un unico obiettivo: migliorarla. Aggiunge inoltre: “Non cederò alle provocazioni ed eviterò le polemiche”.

Condividi l'articolo