Premio Professionalità 2013

Il riconoscimento è andato al dott. Massimo Raffaele

Il Rotary Club di Tropea alla sua XIII edizione del Premio

Il dott. Massimo Raffaele - foto Sorbilli
Il dott. Massimo Raffaele – foto Sorbilli
L'architetto Giuseppe Lonetti, dott. Massimo Raffaele - foto Sorbilli
L’architetto Giuseppe Lonetti, dott. Massimo Raffaele – foto Sorbilli

Presso la sala del Museo Diocesano di Tropea è stato assegnato il “Premio Professionalità” 2013 promosso dal Rotary Club. Quest’anno il prestigioso riconoscimento è andato ad una professionalità molto conosciuta ed apprezzata, il dottor Massimo Raffaele, Anestesista Rianimatore, che presta la sua attività tra gli ospedali di Tropea e Vibo Valentia. Alla cerimonia coordinata dal presidente uscente del Club, l’architetto Giuseppe Lonetti, hanno preso parte il Past President dottor Vincenzo Loiacono e la futura guida del Rotary tropeano il dott. Giuseppe Romeo. L’evento, che ogni anno attende i cittadini tropeani, per questa tredicesima edizione ha assunto una forma diversa: sono infatti stati chiamati a porgere la loro testimonianza sociale i precedenti vincitori delle edizioni passate. Tanti i nomi ed i volti che si sono succeduti in un contributo video predisposto in sala: la dottoressa Maria Grazia Arena, il prof. Badolato, il Maestro di musica Vincenzo Laganà, il dottor Francesco Giofrè, la signora Lucia Amato, poi ancora il regista Vincenzo Carone che ha presentato in anteprima un cortometraggio realizzato con l’associazione Cine Film Calabria e l’Accademia Fidia intitolato “La mafia non esiste”, appena ultimato di girare, il Maestro Antonio Laureana che ha diretto l’ensemble di clarinetto Hipponion, offrendo alla platea momenti incantevoli di musica da camera. Il dottor Raffaele ha voluto dedicare il riconoscimento ottenuto alla famiglia: “Sono molto emozionato- ha detto Raffaele ricevendo la targa dalle mani della dottoressa Arena- Nel mio approcciarmi al malato non dimentico mai di avere di fronte l’uomo nella sua complessità. Sono dell’idea che il corpo da solo non può essere curato, ma contemporaneamente vi sia la necessità di prendersi cura dello spirito, delle emozioni, delle paure dei pazienti”.
Caterina Sorbilli

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.