Festa e processione della Madonna del Carmine

La Chiesa necessita di interventi importanti al tetto

Tutte le celebrazioni hanno avuto luogo nella chiesa del Carmine, la cui costruzione risale intorno al 1500

La Madonna del Carmine - foto Libertino
La Madonna del Carmine – foto Libertino

Anche quest’hanno, 16 luglio 2015, al termine di una intensa novena, è stata celebrata la festa della Madonna del Carmine, culminata nella devota processione svoltasi con la partecipazione di un buon numero di fedeli, ostacolati dal grande caldo che ha caratterizzato questo mese di luglio.
La novena ha avuto particolari momenti ravvicinati, in cui i fedeli hanno potuto avvertire la tenerezza materna della Madonna: la benedizione delle persone anziane e sofferenti; la benedizione dei bambini e la loro presentazione alla Madonna e la consegna dello scapolare (abitino) della Madonna del Carmine.
Tutte le celebrazioni hanno avuto luogo nella chiesa del Carmine, la cui costruzione risale intorno al 1500 e resta affidata alla locale Confraternita del SS. Salvatore e S. Maria Maddalena degli Ortolani al Carmine, la quale ha provveduto al buon andamento delle celebrazioni (i ventilatori installati hanno reso sopportabile il grande caldo).
Inoltre la Confraternita ha lanciato la campagna di raccolta fondi per ristrutturare il tetto della chiesa, che necessita di interventi non più procrastinabili: “Diamo un tetto alla Madonna del Carmine!” è lo slogan che viene proposto nella varie iniziative intraprese allo scopo: piccola lotteria, mercatino, buste per le offerte volontarie.
L’impatto è stato incoraggiante e da tutti si spera di arrivare alla somma necessaria per affrontare i lavori che saranno autorizzati e verificati dalla Sovrintendenza delle Belle Arti, essendo questa chiesa sotto vincolo storico e artistico.
O Maria, Regina e Decoro del Carmelo, benedici tutti, ma specialmente i tuoi fedeli tropeani e gli ospiti turisti che ti rendono onore!

Condividi l'articolo