Prove di ecologia spirituale

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio
091a-ecologia

Prove di ecologia spirituale.

La vasta letteratura esistente sui Padri del deserto continua ad attirare l’attenzione di credenti e no. Sul web esitono tante pagine dedicate alle loro singolari storie, ai loro detti, ai loro consigli, alle loro preghiere essenziali. Tutto mira alla ecologia del cuore: un cuore libero da ogni pregiudizio e aperto all’amore verso tutti.  – Nel Padri del deserto troviamo che l’uomo di preghiera deve provare tenerezza per ogni essere vivente. Il suo cuore deve essere compassionevole e non amare soltanto gli uomini, ma ogni creatura. Anche una foglia su un albero non bisogna strapparla senza ragione… Un cuore che ha imparato ad amare, come Dio, ha compassione per tutto. 

Provare per credere

  • Il padre Macario soleva dire:
    – Una parola cattiva rende cattivi anche i buoni, e una parola buona rende buoni anche i cattivi. 
  • – Se vuoi che Dio ascolti sicuramente la tua preghiera, iniziala raccomandando al Signore i tuoi nemici. 
  • – Disse il padre Matoes:
    – Più un uomo si avvicina a Dio, più si scopre peccatore! 
  • Disse il padre Poomen:
    – Se non hai per i tuoi peccati nel cuore un lutto simile a quello di una donna che piange la morte del marito, del figlio e del fratello, tu non ami veramente Dio. 
  • Il padre Annone diceva:
    – Vi è chi passa cento anni ritirato nella sua cella e non fa un passo nella vita spirituale. 
  • Un fratello chiese al padre Poemen:
    – Che cos’è il pentimento del peccato?
    E l’anziano disse:
    – Il non commetterlo più! 
  • Il padre Poemen disse:
    – Se vedi visioni e odi voci celesti, non raccontarle al prossimo: servono solo a portare confusione negli animi e nelle comunità. 
  • Disse ancora il padre Poemen:
    – Noi e i nostri fratelli siamo due immagini: quando uno vede spregevole se stesso, trova amabili gli altri; quando uno invece si stima buono, trova cattivi gli altri! 
  • Il santo abate Colobos camminava un giorno per le vie d’Alessandria quando incontrò una prostituta. Le disse:
    – Cosa puoi rimproverare a Gesù per trovarti in questo stato?
    La giovane donna, al ricordo dell’immenso amore di Dio per lei, si convertì.
Nel Padri del deserto troviamo che l'uomo di preghiera deve provare tenerezza per ogni essere vivente. Il nostro cuore deve essere compassionevole e non amare soltanto gli uomini, ma ogni creatura. Anche una foglia su un albero non bisogna strapparla senza ragione... Un cuore che ha imparato ad amare, come Dio, ha compassione per tutto.
Nel Padri del deserto troviamo che l’uomo di preghiera deve provare tenerezza per ogni essere vivente. Il nostro cuore deve essere compassionevole e non amare soltanto gli uomini, ma ogni creatura. Anche una foglia su un albero non bisogna strapparla senza ragione… Un cuore che ha imparato ad amare, come Dio, ha compassione per tutto.
Condividi l'articolo