“Puliamo il mondo” di Legambiente

Ritorna anche quest’anno “Puliamo il Mondo”, la campagna di Legambiente dedicata alla pulizia di strade, piazze, parchi, fiumi e aree pubbliche per ripulire il Belpaese dai rifiuti recuperando aree degradate e contribuendo a sensibilizzare tutti i cittadini e le amministrazioni alla cura del territorio. Un territorio bellissimo ma troppo spesso lasciato in balia dell’abbandono.
Quest’anno è prevista la partecipazione di 1.800 comuni e almeno 700.000 volontari che con guanti e ramazze contribuiscono, almeno per un giorno, a rendere più vivibili le nostre città e i nostri paesi.
Come avviene di consueto, anche quest’anno l’attivissimo circolo Legambiente di Ricadi ha programmato, di concerto con vari Comuni della provincia, una serie di iniziative che verranno realizzate ad iniziare da questo fine settimana.
Ma, a differenza degli anni passati, il Circolo di Ricadi, in collaborazione con il Comune di Drapia e con l’associazione di Trekking “Antico Sentiero” di Caria, hanno organizzato, mercoledì scorso, un’anteprima di “Puliamo il Mondo” che è stata l’iniziativa di punta dell’associazione ambientalista in Calabria.
Una bella manifestazione, di grande valenza educativa, che ha visto il coinvolgimento di tanti cittadini, del Corpo Forestale dello Stato, della Capitaneria di Porto, del Consorzio di Bonifica, delle scuole del comune di Drapia e di oltre venti associazioni e istituzioni pubbliche tra cui il Circolo Legambiente Vibo, Legambiente Calabria, il C.S.M. di Tropea, il Comune di Francica, l’Auser di Santa Domenica, le Acli, l’associazione “Oltre il Giardino”, i rappresentanti di varie associazioni venatorie e delle squadre di caccia al cinghiale operanti sul territorio, le guardie ittiche venatorie volontarie, l’associazione “Rotta Calabra”, il “Diving Center Tropea Sub” e tanti altri. Tra questi, un ruolo di primo piano è stato svolto dall’associazione “Enotria – Sagra del Vino” di Brattirò, dal comitato “Sagra della Sujaca” di Caria e dal comitato “Sagra del Dolce” di Gasponi che hanno allestito, a fine giornata, un’area per la degustazione delle prelibatezze prodotte nel comune di Drapia. Una piacevole occasione per socializzare ma anche per promuovere l’enogastronomia locale.
L’iniziativa ha avuto inizio di buon mattino e si è svolta su tre aree. Si è iniziato con una lunga e piacevole passeggiata lungo il fondovalle della Fiumara Ruffa partendo da Caria, accompagnati dalle guide dell’associazione “Antico Sentiero” per scoprire le bellezze dei luoghi e ripulirli dai rifiuti. La lunga carovana, dopo aver visitato i ruderi di antichi mulini, la Woodwardia Radicans e le varie altre specie presenti, si è trasferita in località “Torre Galli”, dove ad attenderla c’erano le scolaresche del comune ospitante che assieme ai volontari e con l’aiuto del personale dell’Ekoshark hanno ripulito i reliquati stradali della vecchia provinciale sommersi da rifiuti di ogni genere.
Il gruppo si è poi diretto presso una delle sedi del Consorzio di Bonifica per la sosta pranzo, per poi continuare l’opera di pulizia.
Una manifestazione decisamente riuscita che ha visto la presenza di tantissima gente, nonostante il cattivo tempo e la giornata lavorativa. L’iniziativa, tra l’altro, è stata ripresa dalle telecamere della trasmissione “Ambiente Italia” di Rai Tre e andrà in onda domenica mattina sulla rete nazionale in uno speciale dedicato a “Puliamo il Mondo”.
Visibilmente soddisfatto Franco Saragò, della Segreteria Regionale di Legambiente. «Abbiamo voluto dare all’iniziativa un duplice significato – ha dichiarato Saragò – contribuire a sensibilizzare cittadini, amministratori e nuove generazioni affinché le aree pubbliche vengano rispettate e mantenute pulite e quindi rese apprezzabili dai residenti e dai visitatori e contemporaneamente accendere i riflettori su un’area di grande pregio ambientale e di interesse storico che spesso viene dimenticata da chi ha la responsabilità di preservarla e renderla produttiva in modo ecocompatibile. E’ stato – ha aggiunto l’esponente di Legambiente – un grande successo che ha premiato lo sforzo di quanti, cittadini, associazioni ed amministratori hanno collaborato, con spirito di abnegazione e hanno creduto nella validità dell’iniziativa».
Molto soddisfatto dell’esito della manifestazione anche il vice sindaco di Drapia Pino Rombolà, che alla finalità educativa e ambientalista di “Puliamo il Mondo” crede fattivamente da anni. «E’ stata veramente una bellissima giornata – ha dichiarato – che ha visto la partecipazione di tanta gente che crede nelle potenzialità di questo territorio spesso mortificato dallo sversamento abusivo di rifiuti. Un problema questo – ha evidenziato ancora Rombolà – che grava sui comuni i quali, pur non avendo responsabilità dirette, hanno l’onere di fare fronte alle spese di bonifica di aree periferiche difficilmente sorvegliabili e di proprietà di altri enti». Lo stesso, inoltre, ha voluto espressamente ringraziare quanti hanno collaborato e partecipato alla riuscita dell’evento.
La giornata è stata anche l’occasione, così come auspicato da Legambiente, per un confronto tra quanti operano, a vario titolo, nell’area della Fiumara Ruffa affinché si inizi un percorso condiviso di sviluppo e tutela dell’area.
Molte le amministrazioni comunali che hanno aderito alle manifestazioni “Puliamo il Mondo”, organizzate dal Circolo Legambiente di Ricadi, che si terranno nei prossimi giorni. Appuntamento, quindi, con le prossime iniziative a Tropea, Joppolo, Limbadi, Nicotera, Zambrone, Ricadi, Francica, San Nicola da Crissa, Polia, Vazzano, Francavilla Angitola, Vibo Valentia.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.