Quando arriva la conversione

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Quando arriva la conversione.

Quanti modi ha usato Dio per chiamare a sé gli uomini? Dai santi di ieri ai peccatori di oggi. Ci sono tanti esempi di come ha operato nei secoli la potente mano di Dio sul cuore umano. – Nel momento in cui si viene toccati dalla grazia e si accoglie la chiamata ad una vita più sobria e soddisfacente, ci si rende conto di come le precedenti abitudini non soddisfino più il nostro cuore e comprendiamo i nostri errori e ci nasce dentro un forte desiderio di emendarci e di affidarci a valori che possano dare un maggior senso ad ogni nostra azione e ad ogni nostro pensiero. E l’occasione della conversione, che non è uguale per tutti, rimane il misterioso incontro con della persona con Dio che chiama. Nelle vite dei santi c’è un’ampia casistica di come e quando si cono convertiti. Ed anche la piccola storia di oggi ci fa pensare, con un sorriso, a quando è stata o sarà a nostra nostra personale chiamata a convertirci.

Passiamo alla seconda parte.
♦ Una volta una signora, che aveva partecipato alla messa, alla fine venne dal sacerdote e gli disse quasi gridando: “Padre, molte grazie per la predica. Quando l’ho sentita, ho deciso di cambiare la mia vita“.
♦ Il sacerdote era felice e un po’ pieno di sé. Perciò era curioso di sapere quale parte dell’omelia avesse toccato il cuore di quella signora. Pertanto le chiese: “Per favore, quale parte della mia predica l’ha toccata?”.
Ella rispose,”E’ stato quando lei ha detto “Passiamo alla seconda parte!”. Sa, Padre, fino ad ora la mia vita è stata sbagliata. Ma ho deciso di cambiare, girare la pagina della mia storia e iniziare una seconda parte”.
♦ Povero sacerdote! Pensava che fosse stato il suo messaggio a convertirla, ma no. Era stato qualcosa di totalmente casuale. È Dio che converte le persone. E usa i mezzi più diversi e originali.

♦ Nell’Antico Testamento, Dio ha persino usato un’asina come strumento di conversione. È la famosa asina che dice del veggente Balaam (Nm 22, 23 ss): «Perché hai percosso la tua asina già tre volte? Ecco, io sono uscito a ostacolarti, perché il tuo cammino contro di me è rovinoso. L’asina mi ha visto e ha deviato davanti a me per tre volte; se non avesse deviato davanti a me, certo ora io avrei già ucciso proprio te e lasciato in vita lei».
Allora Balaam disse all’angelo del Signore: «Ho peccato, perché non sapevo che tu ti fossi posto contro di me sul cammino; ora, se questo è male ai tuoi occhi, me ne tornerò indietro».

♥ È lo Spirito Santo che manifesta il suo potere e la sua creatività facendo crescere ed espandere il Regno di Dio. Noi siamo solo strumenti.
(fonte: Historinhas do Padre Queiroz, redentorista brasiliano).

La conversione è la risposta positiva alla chiamata di Dio. L’occasione della conversione, che non è uguale per tutti, rimane il misterioso incontro con della persona con Dio che chiama. Nelle vite dei santi c’è un’ampia casistica di come e quando si cono convertiti. Ci siamo mai chiesti se abbiamo risposto alla chiamata della conversione?

Condividi l'articolo