Raid vandalico alla stazione

Prese di mira le biglietterie automatiche

É il quinto episodio dell’anno per la struttura tropeana

La stazione di Tropea -foto Libertino
La stazione di Tropea -foto Libertino

Il 2011 non può certamente essere considerato un anno fortunato per la stazione ferroviaria di Tropea. Un nuovo episodio di vandalismo – il quinto dall’inizio dell’anno – è stato perpetrato ai danni della struttura tropeana. In particolare, sono state danneggiate le due macchinette selfservice per l’erogazione dei biglietti. Una di queste ha subito la forzatura ed il conseguente furto dell’incasso, mentre per la seconda si registra il solo danneggiamento. I due sportelli automatici erano stati rimessi in funzione soltanto da pochi giorni, dopo un precedente atto vandalico.
Le Ferrovie dello Stato, in una nota, hanno voluto sottolineare gli elevati costi di riparazione dei dispositivi: “Dopo un furto con scasso, le biglietterie self service spesso non sono riparabili. Quando invece è possibile aggiustarle, i tempi di lavorazione nelle officine sono in media cinque volte più lunghi rispetto alle riparazioni ordinarie, cioè quelle che avvengono per usura e inconvenienti tecnici. Il costo delle riparazioni, a seconda del danno, varia dai duecento ai cinquemila euro”.
“Questi episodi – prosegue la nota -, oltre a causare un danno economico e di immagine all’azienda, provocano il degrado di un bene comune ed evidenti disagi alla clientela. Nella stazione di Tropea, nel corso del 2009, a fronte dei continui atti vandalici, sono stati investiti 158.000 euro per interventi di ristrutturazione dell’impianto e per attività di manutenzione ordinaria”.

Condividi l'articolo
Alessandro Stella
Alessandro Stella

Scrittore, ha pubblicato i romanzi “La donna di Susa” e “Il pianto del monachello” per Pellegrini editore. Collaboratore della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.