Rimessi a posto i rappresentanti del Cda

Provvedimento che annulla quello di Repice

In attesa che la situazione sia chiara, il Comune manterrà i propri consiglieri Romano e Nesci nella società “Porto di Tropea Spa”

Uno scorcio del porto - foto Libertino

Il Comune di Tropea continuerà a mantenere i suoi rappresentanti nella società “Porto di Tropea Spa”, almeno fino al giudizio dei giudici sulla nota vicenda. Lo ha stabilito il sindaco di Tropea Gaetano Vallone, che con il secondo decreto firmato dal giorno del suo insediamento, getta un colpo di spugna a quanto fatto dal suo predecessore Adolfo Repice. Viene quindi sospesa l’efficacia del provvedimento con cui, il 21 luglio scorso, l’ex sindaco Repice revocava le nomine di Giuseppe Romano e Vincenzo Nesci come rappresentanti dell’Ente nel Consiglio di amministrazione (Cda) della società e di Dario Pallini e Saverio Caracciolo come componenti del collegio sindacale.
Nel nuovo provvedimento si precisa come due nominativi, sui cinque di cui si compone il Cda, spettino al Comune, per come previsto dall’articolo 18. Sempre lo Statuto della società a partecipazione pubblica precisa negli articoli successivi (il 19 e 27), che spetta al Comune provvedere alla sostituzione degli amministratori di sua nomina ed è di esclusiva competenza comunale la nomina del presidente del collegio sindacale e del sindaco supplente.
Il primo cittadino di Tropea Gaetano Vallone ha dunque decretato la sospensione delle revoche stabilite da Repice, per garantire i propri rappresentanti in seno alla società, e soprattutto perché «ragioni di opportunità – si legge nella delibera – suggeriscono di provvedere alla sospensione del provvedimento di revoca sopraindicato nelle more del giudizio pendente innanzi al Tar Calabria e, comunque, fino alla messa in liquidazione della Società Porto di Tropea Spa e, in ogni caso, sino all’acquisizione di specifico parere tecnico legale sull’intera vicenda “Porto di Tropea spa”».

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.