Riqualificazione del verde comunale

Impiegati 16 operai forestali

Protocollo d’intesa tra il comune di Tropea e l’Azienda Forestale della Regione Calabria (Afor)

Veduta aerea di Tropea - foto Libertino
Veduta aerea di Tropea - foto Libertino

Il Comune di Tropea ha stipulato un protocollo d’intesa con l’Azienda Forestale della Regione Calabria (Afor) per la riqualificazione ambientale del verde comunale. Saranno interessate all’intervento alcune vie principali del centro cittadino. Lo ha stabilito la Giunta comunale, riunitasi questa settimana, che ha raggiunto l’accordo con il responsabile della sede provinciale Afor di Vibo Valentia Pasquale Farfaglia.
Le finalità del protocollo d’intesa stipulato tra i due enti rientrano in quelle più generali riguardanti gli «interventi in materia di forestazione e di gestione delle foreste regionali», volte a«migliorare le funzioni produttive e sociali dei boschi esistenti, concorrere alla tutela dell’ambiente ed alla difesa idrogeologica del territorio, alla valorizzazione delle attività agrarie, boschive, pastorali e turistiche, ed al miglioramento delle condizioni di vita e di sicurezza delle popolazioni interessate». Proprio per consentire il perseguimento di questi accordi è la stessa Regione Calabria che elabora sia un Piano attuativo che un apposito programma quinquennale sulla base delle linee programmatiche in armonia al Piano forestale nazionale. Il Piano attuativo di quest’anno prevede, appunto,accordi e interventi mirati in sinergia con gli Enti locali.
In linea con quanto previsto dal piano elaborato dalla Regione, perciò, il Comune di Tropea e l’Afor hanno concordato un intervento che andrà inserito nel progetto dell’anno in corso di quest’ultima azienda e concluso entro fine anno.
In pratica, il progetto riguarderà un intervento di riqualificazione ambientale del verde comunale attraverso la creazione di un piccolo parco urbano in un’area localizzata tra  Viale Tondo e altre vie minori distribuite sul territorio comunale. Per la realizzazione di tale intervento, saranno impiegati in tutto 16 operai forestali, mentre l’opera sarà realizzata in sessanta giornate lavorative.
Il Comune di Tropea, nello specifico, si è impegnato a fornire i materiali necessari alla realizzazione delle opere, ad ospitare e custodire i cantieri, a coordinare la pubblicizzazione e la cartellonistica, a garantire l’assistenza tecnica nelle fasi progettuale e realizzativa fornendo cartografie e rilievi, e infine a rimborsare i costi del carburante necessario per i collegamenti con i cantieri. Spetterà all’Afor, invece, inserire l’intervento nella propria progettazione, fornire la manodopera forestale occorrente ed il materiale vivaistico disponibile nei propri vivai.
Tutte finalità importanti, certo, ma forse – soprattutto alla luce dei molteplici danni provocati dal dissesto idrogeologico a seguito delle recenti ondate di maltempo di questo inverno – sarebbe stato il caso di puntare un po’ di più alla voce «concorrere alla tutela dell’ambiente e alla difesa idrogeologica del territorio». Il confine tra i comuni di Tropea e Drapia con le sue frazioni  di Sant’Angelo e Gasponi, infatti, si snoda su di una serie di versanti collinari, che scendono ripidi verso la costa, ricchi di fitta vegetazione e solcati da numerose fiumare.Questo, di certo, sarebbe stato il luogo giusto per mettere in atto delle azioni mirate che avrebbero permesso di trovare delle soluzioni utili alla sicurezza del territorio comunale.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.