Rissa in un villaggio turistico a Zambrone

Da nota stampa Carabinieri Compagnia di Tropea

I Carabinieri della Stazione di Zungri li sorprendono in flagranza ed arrestano 10 persone

Calabria, Zambrone punta Capo Cozzo, sulla Costa degli Dei - foto Libertino
Calabria, Zambrone punta Capo Cozzo, sulla Costa degli Dei – foto Libertino

ZAMBRONE: Le quattro del mattino, termine attività per camerieri e animatori di un villaggio turistico della Costa degli Dei, per l’esattezza a Zambrone.
Forse però il poco lavoro, o la febbre del sabato sera lascia ancora energie da spendere. Allora 5 animatori e 5 tra camerieri e maitre, per motivi e cause ancora da accertare ma sicuramente futili, innescano e scatenano una rissa dove restano leggermente feriti 5 dei 10.
A questo punto, allertata la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Tropea, sul posto si porta la pattuglia composta dai militari della Stazione di Zungri i quali, esperite le prime attività d’indagine ed i normali approfondimenti dichiarano in stato di arresto in flagranza dei reati di Rissa aggravata e lesione personali:

1). CIMADORO LAZZARO, di Tropea classe 1984;
2). TOMASELLI GIOVANNI, di Reggio Calabria classe 1985;
3). TOMASELLI MANUEL, di Reggio Calabria classe 1990;
4).). OGGIANO ALESSANDRO, di Roma classe 1991;
7). CATELLO LORENZO, di Roma classe 1992;
8). CIMINI SIMONE, di Roma classe 1995;
9). CAIOLA CALOGERO, di Patti classe 1993;
10). OGGIANO DANIELE, di Roma classe 1982.
Ad aver la peggio, fortunatamente con lievi conseguenze, sono stati:
– CAIOLA CALOGERO: “contusione cranica”, giudicato guaribile in giorni 4 s.c.;
– CATELLO LORENZO: “contusione guancia dx con ferita escoriata interno bocca”, giudicato guaribile in giorni 5 s.c.;
– CIMINI SIMONE: “contusione emitorace dx con lieve ferita escoriata e contusione braccio e ginocchio sx”, giudicato guaribile in gg 4 s.c.;
– OGGIANO DANIELE: “ferita escoriata gomito dx e contusione avambraccio sx e gamba dx”, giudicato guaribile in gg. 4 s.c.;
– OGGIANO ALESSANDRO: “contusione rachide dorso-lombare con escoriazione e contusione spalla dx con escoriazione regione orbitraria estesa sx”, giudicato guaribile in gg 5 s.c.;
i quali sono stati visitati e curati dai sanitari dell’Ospedale di Tropea.
Per tutti la Procura della Repubblica di Vibo Valentia ha disposto il regime detentivo degli arresti domiciliari in attesa delle decisioni del Tribunale

Comandante della Compagnia Carabinieri di Tropea
Capitano Francesco Manzone

Condividi l'articolo