Rodolico risponde a Tropeano, D’Agostino e Valeri

Riceviamo e pubblichiamo

La risposta all’interrogazione presentata dai consiglieri di cui all’oggetto

Giuseppe Rodolico Sindaco di Tropea - foto Libertino
Giuseppe Rodolico Sindaco di Tropea – foto Libertino

Ai Sigg. Consiglieri Comunali

D’Agostino Sandro

Tropeano Domenico

Valeri Antonino

S E D E

Oggetto: risposta Interrogazione ex art. 17 Regolamento Comunale;

Vi ringrazio per il “supporto e lo stimolo” che fornite al lavoro mio e della Giunta e per “l’apprezzamento” al mio operato e la “lealtà” che quotidianamente mi dimostrate, anche se alle dichiarazioni non vedo la consequenzialità dei fatti. In verità, non ho registrato molta solidarietà attorno alla mia persona oggetto di quello che voi definite: sciacallaggio, falsità, azioni vigliacche arrivate in particolari, preoccupanti ed attuali momenti della mia vita. Mi chiedete un confronto critico al quale non mi sono mai sottratto ed a cui sono disponibile fin da adesso ed in qualunque momento. A tale proposito quale migliore sede del Consiglio Comunale per rispondere puntualmente a tutte le problematiche evidenziate? Chiedete delucidazioni su una serie di attività che con molta bravura condensate in 12 punti, che attengono verosimilmente a tutte le azioni e gli impegni che una cittadina turistica come Tropea deve affrontare, non solo durante la stagione estiva, e che inspiegabilmente tendete a minimizzare. Definite le vostre richieste “ banali”. Per me non lo sono. Se fosse come voi dite, mi sembra assurda, immotivata, sovradimensionata la vostra presa di posizione. Parliamo di problematiche che riguardano le responsabilità non solo del Sindaco e degli Assessori, ma anche del Presidente del Consiglio ed in specie dei Consiglieri di maggioranza. Potrei legittimamente chiedere, nella mia qualità di Sindaco, ai Consiglieri Comunali Tropeano e Valeri, informazioni sullo stato di tutte le pratiche evidenziate, tenuto conto che fino a qualche mese fa rientravano nelle loro specifiche competenze, per le deleghe rivestite e che loro egregiamente hanno descritte. Mi risulta, infatti, stranamente, che alcune cose sono state fatte ed altre sono state disattese, addossando le responsabilità alla scarsa “collaborazione ed alla lentezza dell’apparato burocratico comunale”, come si legge nelle motivazioni delle dimissioni del collega Tropeano. E’ altrettanto paradossale che chi ha avuto responsabilità di governo fino a qualche mese fa addossando responsabilità a destra e a manca, Segreteria Comunale, Ufficio Tecnico, Polizia Municipale, come dimostrano alcuni documenti agli atti, oggi pensa di rifarsi una verginità, proclamando la sua coerenza con la semplice rinuncia ad un assessorato…
Per continuare aprire il PDF di tutta la risposta all’interrogazione

 

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.