Ruffa ha lasciato il direttivo del Pdl provinciale

Una lunga nota illustra le motivazioni.

L’assessore alla Cultura non ha gradito il modo in cui Tropea è stata trattata nelle scelte politiche del partito su scala regionale.

Il capogruppo di “Uniti per la Rinascita” Lucio Ruffa

Il consigliere comunale Lucio Ruffa, alla guida dell’assessorato alla Cultura della Giunta Vallone, si è dimesso dalla dirigenza provinciale del Popolo della Libertà, non riconoscendosi più nelle scelte della dirigenza del partito a livello provinciale e regionale. Le ragioni delle dimissioni, esplicitate in una lunga nota inviata ai vertici del Pdl, risiedono in una serie di punti di natura politica legati al territorio di Tropea, che secondo Ruffa non è stato tenuto in debita considerazione dal partito.
Ruffa non ha gradito il modo in cui sono stati affrontati i problemi relativi all’ospedale di Tropea, in particolare a quanto fatto da Nazzareno Salerno, poi ricorda l’assurda scelta di tagliare fuori la Costa degli Dei dall’iniziativa del “treno d’amare”. E ancora, causa di rammarico da parte di Ruffa è il modo in cui la Regione, guidata dal Pdl, si sia posta nella vicenda del porto di Tropea, senza contare poi l’esito della valutazione del Pisl.
“Per concludere – scrive Ruffa – , devo amaramente constatare che quella forma di cambiamento nel fare politica, paventata e ostentata con forza sia dal PDL provinciale e regionale, sia dallo stesso governatore Scopelliti, non era né vera, né a questo punto più credibile. Nessuna differenza sostanziale si registra nelle politiche del vibonese da quando al governo della Regione c’è il centro-destra al potere. Non riesco ad intravedere, pur sforzandomi di non essere critico, quali siano stati in questi quasi tre anni gli interventi concreti e seri che con ben cinque consiglieri regionali eletti nel centrodestra vibonese, si sono portati avanti”.

per leggere la nota integrale premere qui

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.