Per il porto di Tropea una formale richiesta al sindaco Gaetano Vallone

La questione è l’affidamento della gestione della struttura portuale.

I consiglieri Arena e Scalfari auspicano una consultazione popolare.

I consiglieri comunali di Tropea Francesco Antonio Arena e Roberto Scalfari - foto Libertino
I consiglieri comunali di Tropea Francesco Antonio Arena e Roberto Scalfari – foto Libertino

I consiglieri comunali di Tropea Francesco Antonio Arena e Roberto Scalfari hanno indirizzato una richiesta al sindaco della cittadina Gaetano Vallone, per promuovere l’indizione di una Consultazione popolare che abbia in oggetto la questione dell’affidamento della gestione del porto.
I consiglieri nella richiesta scrivono: “Nel supremo ed unico interesse della Città di Tropea e dei suoi cittadini, in ossequio alle ragioni che hanno ispirato la previsione nonché la composizione degli Artt. 7 e 50 dello Statuto Comunale vigente, chiedono, di indire e promuovere, in forma di Pubblica Assemblea, la consultazione della popolazione affinchè siano note ed intese a tutti i cittadini, le ragioni di interesse collettivo che hanno portato la Giunta Comunale ad assumere la delibera n. 119 del 2.07.2012”. Con tale delibera si prevede infatti l’affidamento provvissorio della gestione alla società Porto di Tropea Spa, e la revoca della delibera CC n. 42/2010. La scelta di utilizzare questo strumento della consultazione popolare, peraltro fino ad oggi mai usato, previsto dallo statuto comunale vigente, è stato avvallato dai Consiglieri poiché non posseggono da soli il numero legale, e cioè un /quinto per la richiesta di una convocazione del consiglio comunale, da loro voluto all’aperto, così da come è emerso da altri interventi pubblici, per garantire la partecipazione di tutti i cittadini. Arena e Scalfari si dicono pronti a raccogliere cento firme, se il sindaco dovesse disattendere la loro richiesta, necessarie per obbligarlo ad indire la convocazione popolare con lo scopo esclusivo di veder realizzato un pubblico dibattito con tutti i cittadini su delle decisioni che riguardano il futuro della città e dei suoi abitanti.
“Considerate, inoltre, le numerose istanze di chiarimento e delucidazioni che ci vengo fatte dai cittadini, sia indispensabile dare spiegazioni e quant’altro per delineare la definitiva scelta del Comune con i suoi pro e contro”.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.