Scherzi di fata

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Scherzi di fata.

Siamo abituati a sentir parlare di storie d’amore che finiscono: crisi, separazioni, divorzi. Tutto frutto di una società che gradatamente sta smarrendo sempre di più le radici dei veri valori. Ma volersi bene per sempre, per tutta la vita rimane possibile, come dimostra l’esperienza di tante coppie che sono riuscite nell’impresa non solo di stare assieme tutta la vita, ma di amarsi. L’amore non piove dal cielo. Bisogna lavorarci, adattarsi. E porsi lo stare assieme come obiettivo di ogni giorno. Vedere queste coppie fa bene e dà speranza. Perché, nonostante la statistica insegni che ormai quasi un matrimonio su due finisce in divorzio, può accadere anche il contrario. Si può essere innamorati, sempre. Giorno dopo giorno, anno dopo anno. Ma… le tentazioni vanno tenute lontane, come vuole insegnare questa semplice storia.

♦ C’era una fata che si presentava puntualmente al compleanno delle coppie di sposi, per esaudire le loro richieste.
Una volta una coppia celebrava contemporaneamente i quarant’anni di matrimonio e i sessanta anni di età. Durante la festa, apparve la fata e disse loro: “Come premio per essere una coppia esemplare, esaudirò un desiderio di ciascuno di voi due”.
♦ “Voglio andare in giro per il mondo con il mio caro marito”, disse subito la donna.
La fata agitò la bacchetta e … zác! due biglietti appavero nelle sue mani.
♦ Poi fu il turno di suo marito. Questi ci pensò un momento e disse: “Ebbene, tutto ciò è molto romantico, ma un’occasione come questa capita una sola volta nella vita”. – Quindi, guardando sua moglie, disse: “Mi dispiace, tesoro. Ma il mio desiderio è di avere una donna trent’anni più giovane di me“.
La donna rimase scioccata, ma la richiesta era ormai fatta.
La fata fece un cerchio con la sua bacchetta e … zác! L’uomo divenne di novanta anni…. Quell’uomo aveva dimenticato che la fata era una donna!

Rispose Gesù: «Non avete letto che il Creatore da principio li creò maschio e femmina e disse: Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una carne sola? Così che non sono più due, ma una carne sola. Quello dunque che Dio ha congiunto, l’uomo non lo separi» (Matteo 19,4.6).

Restiamo fedeli agli impegni presi, soprattutto nel matrimonio, amando il marito o la moglie così come è, indipendentemente dall’età!
Maria santissima, Madre e Sposa, ha generosamente adempito al comandamento dell’amore a Dio e al prossimo. Ella ci aiuti a fare altrettanto.

L’amore non piove dal cielo. Bisogna lavorarci, adattarsi. E porsi lo stare assieme come obiettivo di ogni giorno. Nonostante la statistica insegni che ormai quasi un matrimonio su due finisce in divorzio, può accadere anche il contrario. Si può essere innamorati, sempre. Giorno dopo giorno, anno dopo anno. Ma… le tentazioni vanno tenute lontane.
Condividi l'articolo