Scusateci, ma il profumo non ve lo facciamo sentire

“prevenire è meglio che curare”?

Tropea perla del Tirreno e “Paradiso” nella Costa degli Dei

L'incantevole spiaggia - foto Libertino
L’incantevole spiaggia – foto Libertino
L’appicco in corrispondenza del più bel balcone d’Italia - foto Libertino
L’appicco in corrispondenza del più bel balcone d’Italia – foto Libertino
Il Lungomare in corrispondenza del più bel balcone d’Italia - foto Libertino
Il Lungomare in corrispondenza del più bel balcone d’Italia – foto Libertino

L’ennesima stortura ci viene segnalata da molti tropeani e vacanzieri: alle spalle di una incantevole spiaggia, dall’appicco in corrispondenza del più bel balcone d’Italia, fuoriesce da giorni del liquido sicuramente non profumato.
Sappiamo che purtroppo per risolvere queste cose ci vuole tempo, poiché gli interventi bisogna programmarli, operai in giro non ce ne sono, così come non ci sono soldi e, soprattutto, la burocrazia rallenta il celere lavoro di chi vorrebbe venire a capo del problema.
Tutte cose comprensibili, sappiamo bene infatti che l’amministrazione deve fare i conti con questi problemi.

Ma ai turisti come lo spieghiamo?

Come spiegare che quell’odore non sarà eliminato in tempo per la fine del loro soggiorno a tutti quei turisti abituati alla cultura del “prevenire è meglio che curare”?

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.