“Se non mi confonde il vento”, l’ultima fatica letteraria di K. D. Melis

Sono 5 i libri della poetessa sarda pubblicati con l’editore Mario Vallone

Un sodalizio culturale che va avanti da più di quattro anni e che si rinnova con sempre maggior vigore e passione

L’ultima opera “Se non mi confonde il vento” della poetessa sarda Katia Debora Melis

Passaggi minimi (2014), Pose di nudo (2015); Figli di terracotta (2016); Non solo voce del mio canto (2017); Se non mi confonde il vento (2018).
Sono questi i cinque i libri pubblicati dalla poetessa sarda Katia Debora Melis con l’editore calabrese Mario Vallone. I primi quattro col marchio Thoth Edizioni, l’ultimo, uscito pochi giorni fa, col marchio Mario Vallone Editore.
Un sodalizio culturale che va avanti da più di quattro anni e che si rinnova con sempre maggior vigore e passione.
L’ultima opera “Se non mi confonde il vento” è fresca di stampa.
“Il vento – si legge nella quarta di copertina del libro – forgia destini, inventa insospettabili viaggi. Porta altrove, come i suoni, i semi, lontano, e là cresceranno staccati dalle loro origini che tuttavia resisteranno nei geni perpetuati. Il vento canta da sé e, se lo ascolti, come canto di sirene ti ammalia e ti svia, come svia le barche in mezzo alla tempesta, come porta in alto il palloncino colorato strappato per sempre dalle mani di un fanciullo. Il vento a volte piega, a volte spezza. Il vento, che strapazza e che modella, ti gira e ti rigira, ti accarezza, ti stordisce e poi ti doma oppure, stanco, si ritira e tu avrai di nuovo pace, ancora.”
Katia Debora Melis (Milano 1973) è autrice di numerosi libri di poesia, accanto a testi narrativi e di critica letteraria, alla quale si dedica assiduamente da anni, dopo aver conseguito le lauree in Lettere Classiche e in Filosofia, cui ha dato seguito con ulteriori studi accademici, insegnando per anni come docente di ruolo nei Licei e dal 2009 lavorando nell’ambito dei Beni Culturali presso la Regione Autonoma della Sardegna.
Ha curato prefazioni per libri di narrativa e poesia, numerose recensioni critiche e interviste a scrittori e artisti, collaborando attivamente con portali web, associazioni e case editrici nazionali.
Numerosi i premi letterari vinti e tantissimi i riconoscimenti ricevuti nel corso degli anni, sia per la poesia che per la prosa e la critica.
Membro di Giuria in concorsi letterari nazionali.
Da qualche anno ha ripreso a coltivare la sua grande passione per il disegno e la pittura, iniziando a partecipare a mostre d’arte.
Libri pubblicati: Penombra (2007), Ripensando a Ernesto De Martino (2007), Oceano stretto (2008), Le campane di Mesuinas (2009), Yggdrasil (2010), Solo ali di farfalla (2012), Poesie del sabato senza villaggio (2012), Passaggi minimi (2014), Dalla penombra nasce la poesia. Le origini (2014), Pose di nudo (2015); Figli di terracotta (2016); Non solo voce del mio canto (2017); Se non mi confonde il vento (2018).
Le copertine dei cinque volumi pubblicati da Vallone sono state tutte realizzate da Battistina Meloni.
I libri sono disponibili sul sito dell’editore: www.mariovallone.it.

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.