Sei un cittadino o un suddito?

Per essere protagonisti del proprio futuro

“Cittadino è colui che partecipa alla vita pubblica della comunità”

Ami Tropea? [“Si”]. Ma sei un cittadino o un suddito?
Sono sicuro che anche tu ami Tropea, vero?

Tutti ripetono questo mantra soprattutto dai “balconi” reali o virtuali che siano. Come se Tropea fosse un oggetto astratto.

Il punto è:

Sono tutti impegnati ad amare Tropea ma… ai cittadini tropeani chi ci pensa?

I protagonisti, a nostro parere, devono essere i cittadini.

Allora vediamo: chi è un cittadino?

“Cittadino è colui che partecipa alla vita pubblica della comunità. Come tale il cittadino è titolare di diritti e soggetto delle decisioni; il suo contrario è il suddito colui che delle decisioni è solo oggetto”.

Noi, siamo un gruppo persone che ha deciso, attraverso l’aiuto reciproco di diventare “cittadini”.

Perché?

Perché ci sono dei problemi molto gravi che non possiamo più IGNORARE.

Ma soprattutto perché ci sono delle potenzialità inespresse in ognuno di noi che è arrivato il tempo di esprimere, per il bene di tutti.

Prendiamo in esame alcune questioni:

Acqua per consumo umano!

Lo sai che dal 5 gennaio scorso su TUTTA TROPEA vige l’ordinanza n. 2/2017 (Allegato n.1) che proibisce espressamente l’uso dell’acqua per consumo umano?

E lo sai che, nonostante questo dobbiamo continuare a pagare le bollette? Ma non è finita qui!

Lo sai che le tariffe della SoriCal (ente gestore dell’acqua pubblica) che paghiamo sono ILLEGITTIME perché troppo care?

Lo sai che se il comune (cioè la comunità, cioè l’unione dei cittadini) facesse causa alla SoriCal potrebbe riavere indietro tutti i soldi ricevuti illegittimamente? Lo ha fatto, per esempio, il comune di Borgia (vedi sentenza 525/2016 del TAR diCatanzaro).

Depurazione!

Lo sai che la nostra rete fognaria NON è adeguata alle esigenze della città?

A proposito di questo, il 17 maggio sono state effettuate dall’ArpaCal delle analisi “delle acque di balneazione” tra l’Isola e le Roccette rilevando la presenza di escherichia coli ed enterococchi intestinali (Allegato n. 2). Scommettiamo che i commissari decreteranno a breve il divieto di balneazione? (Oh nemmeno il tempo di inviarVi la mail che si è avverata la predizione).

Tassa di soggiorno!

Lo sai che la tassa di soggiorno è strettamente vincolata per legge alla creazione di SERVIZI SPECIFICI PER IL TURISMO? Puoi aiutarci a capire che tipo di servizi per il turismo sono stati creati in questi anni di pagamento della suddetta tassa? Dai bilanci pubblicati: non si capisce.

Raccolta differenziata!

Lo sai che noi tropeani non differenziamo in maniera adeguata e per questo probabilmente ci sarà un rincaro sulla tariffa dei rifiuti del 10%?

Viabilità!

Ti sei accorto che le nostre strade sono ridotte a un colabrodo?

E che dopo tanti anni persiste la voragine di via carmine?

Questi sono solo alcune delle tematiche che abbiamo approfondito ed affrontato.

Durante questi due anni abbiamo:

– Segnalato le predette problematiche (e non solo);

– Fatto richieste documentali presso le autorità competenti;

– Sollecitato le richieste effettuate a seguito di un assordante silenzio da parte dell’istituzione comune.

Nel frattempo, per capirne di più, abbiamo partecipato a laboratori, conferenze e seminari oltre ad approfondimenti personali.

Adesso abbiamo deciso di creare una newsletter per approfondire con il tuo aiuto e la tua attenzione ogni tematica affrontata.

Il fine di questa iniziativa è avvicinare le persone ai problemi del paese, problemi enormi e di vitale importanza che per essere capiti e contrastati hanno bisogno di cittadini consapevoli e attivi.

La sanità, l’istruzione, la potabilità dell’acqua, la mobilità, sono, prima che servizi essenziali, DIRITTI ai quali non possiamo e non dobbiamo rinunciare.

Nel contesto politico del paese, dove ogni iniziativa civile è cavalcata dai soliti noti, dove prima di qualsiasi comizio la cittadinanza si trova già schierata, dove ai cosiddetti giovani si insegna che la politica è sporca e “cu ta faci fari tantu non cangia nenti”: questa iniziativa vuole restituire dignità al Tropeano attraverso, prima di ogni cosa, la conoscenza dei fatti e quindi degli atti trasmessi agli organi preposti e non la semplice denuncia orale “da bar” che non serve a nessuno.

Vogliamo provare ad alzare il livello di coscienza minimo per puntare ad un futuro più partecipato, più consapevole. L’obbiettivo ultimo è la formazione di una mentalità diversa!

Bisogna passare da una mentalità dominata dalla diffidenza e della povertà (che oggi ci vuole: l’un contro l’altro armati) ad una mentalità basata sulla cooperazione e sull’abbondanza.

Tre i principi ed i valori che ci accomunano:

  • trasparenza • competenza • cooperazione

Tratteremo un tema specifico alla volta.

Presto organizzeremo degli eventi di approfondimento su tematiche specifiche per poterci incontrare e confrontarci di persona.

Chiunque sia interessato a ricevere la newsletter ci può semplicemente scrivere a:

tropeainmovimento@gmail.com

Seguici anche sul gruppo: https://www.facebook.com/groups/450475981972791/

ALLEGATON. 1 – Ordinanza_Commissione_Straod._n._02.2017

ALLEGATO N.2 -analisiArpacal

Grazie infinte per l’attenzione!

Tropea in MoVimento

Condividi l'articolo