Sequestrati locali e apparecchiature

Abusivo l’esercizio della professione medica

I Carabinieri della stazione di Zungri hanno proceduto ad un arresto in flagranza per truffa aggravata

Ufficio Carabinieri della stazione di Zungri
Ufficio Carabinieri della stazione di Zungri

Nella serata di sabato i Carabinieri della stazione di Zungri hanno proceduto ad un arresto in flagranza per truffa aggravata ed abusivo esercizio della professione medica. alle ore 02.00 circa, ad esito di unaattività di indagine iniziata nel precedente pomeriggio mediante servizi di osservazione, è stato tratto in arresto in flagranza di reato Cipriano Mario, 54enne originario di San Benedetto Ullano (CS), domiciliato a Zungri, resosi responsabile dei reati di truffa ed esercizio abusivo professione medica.
i militari operanti hanno accertato che lo stesso esercitava, presso locali adiacenti alla propria abitazione di domicilio, in corrispondenza con una associazione amatoriale, la “Prosegugio”, in maniera illegale e mediante artifizi e raggiri, essendo sprovvisto di qualsiasi titolo abilitativo, la professione medica quale fisioterapista, odontoiatra e dietologo.
Nella circostanza, a seguito di attività di appostamento, i militari operanti avevano sorpreso, alle precedenti ore 20.00 circa, il Cipriano mentre era intento ad effettuare una visita medica di controllo nei confronti di una donna di Ricadi (VV).
A seguito di perquisizione sono stati sottoposti a sequestro i locali e le apparecchiature adibite all’illecito esercizio della professione, nonché ricette mediche in bianco illegalmente detenute. L’arrestato, espletate formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione di domicilio in regime di arresti domiciliari.

Condividi l'articolo