Serra trionfa ad Acqui

Maurizio Serra ha vinto il Premio Acqui Storia. Questo prestigioso riconoscimento è stato ottenuto grazie al volume “Fratelli Separati”, pubblicato dalla casa editrice lametina Settecolori.
La Settecolori (www.settecolori.it), fondata a Vibo Valentia da Pino Grillo negli anni settanta, ed oggi nelle mani di suo figlio Manuel, proprio attraverso il suo dirigente esprime «grande soddisfazione per il conseguimento del prestigioso riconoscimento».
Serra, che oggi dirige l’Istituto Diplomatico Italiano, ha prestato servizio a Berlino, Mosca, Londra. Dal punto di vista culturale è un apprezzato saggista, potendo annoverare pubblicazioni per le migliori case editrici, quali il Mulino, Sellerio e Laterza. Già con la versione francese di “Fratelli Separati”, edita per Gallimard, Serra ha ottenuto un riconoscimento dall’Accademie Française.
Il libro vincitore del Premio Acqui Storia era stato presentato anche a Tropea nelle scorse settimane alla presenza dell’autore, sotto il patrocinio di Comune e Pro loco ed il coordinamento del giornalista Rai Pasqualino Pandullo. Tra le tante curiosità, lo stesso presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dopo aver letto il libro di Serra durante la sua vacanza a Stromboli, si era voluto complimentare di persona con l’autore.
In quest’opera sono racchiuse le storie di tre intellettuali francesi, il fascista Pierre Drieu La Rochelle, il comunista Louis Aragon e l’avventuriero Andre Malraux. Tre uomini differenti, ma accomunati dalla convinzione che libertà della propria arte dovesse stare sopra alla militanza di partito. Il Premio Acqui Storia, nato per diffondere la consapevolezza che la ricerca storica è fondamentale per il progresso morale e civile di una nazione, è stato istituito nel 1968, in onore della divisione Acqui e del suo eroico ed estremo sacrificio del 1943 nelle isole ioniche di Corfù e di Cefalonia. Per questo, il Premio si rivolge a studi che abbiano per argomento la storia contemporanea.
Durante la giornata di premiazione, condotta da Alessandro Cecchi Paone, hanno ricevuto il premio speciale “Testimone del Tempo” il giornalista Vittorio Feltri, direttore di “Libero”, Giordano Bruno Guerri, storico, Uto Ughi, celebre violinista e Direttore d’orchestra, e S.E. Rino Fisichella, Presidente della Pontificia Accademia della Vita e Rettore dell’Università Lateranense. Il premio viene consegnato a quelle personalità che si sono distinte nel mondo della cultura, della politica, del giornalismo, dell’arte, della scienza e dello spettacolo ed abbiano contribuito ad illustrare in modo significativo, con il loro operato, gli avvenimenti della storia e della società contemporanea.
Oltre a Maurizio Serra, l’Acqui Terme è stato conferito a Raimondo Luraghi, per la sezione storico scientifica, con “La spada e le magnolie – Il Sud nella storia degli Stati Uniti”, pubblicato da Donzelli editore.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.