Controlli alle strutture ricettive

I Carabinieri nella settimana di ferragosto

Denuncie e sanzioni amministrative elevate dai militari dell’Arma di Tropea

Denuncie e sanzioni amministrative sono state comminate nei giorni scorsi, principalmente durante il fine settimana di ferragosto, dai Carabinieri della compagnia di Tropea che, unitamente ai colleghi del Nucleo ispettorato del lavoro del Comando provinciale di Vibo Valentia, nei giorni più “caldi” della stagione turistica hanno controllato meticolosamente spiagge e strutture ricettive.
Due le persone denunciate, rispettivamente ritenute responsabili di ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi e di abusivo esercizio della professione medica.
A Ricadi, nel comprensorio turistico “Capo vaticano”, ad esito del predisposto servizio finalizzato al controllo del territorio effettuato durante fine settimana di ferragosto, i militari della Stazione Carabinieri di Spilinga hanno deferito in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria le sottonotate persone, resesi responsabili delle violazioni di seguito indicate:
– I.B.C., 25enne rumeno di fatto domiciliato in Rosarno, venditore ambulante, poiché ritenuto responsabile del reato di ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi. Lo stesso in Ricadi, località tono, veniva sorpreso a vendere orologi riportanti le marche di note case produttrici palesemente contraffatte. Il materiale, del valore di 1.500,00 euro circa, è stato sottoposto a sequestro;
– Y.P., 45enne cinese residente a Tropea, poiché ritenuta responsabile del reato di abusivo esercizio della professione medica. La stessa, in Ricadi, sul litorale marino, località Santa Maria, praticava massaggi estetici terapeutici pur non essendo in possesso di titolo medico.
Nei giorni precedenti, ad esito di un predisposto servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di lavoro, i militari della Stazione Carabinieri di Spilinga, in collaborazione con il personale del Nucleo ispettorato lavoro Carabinieri di Vibo Valentia, avevano proceduto al controllo di più imprese, sul conto delle quali erano emerse le irregolarità a fianco indicate:
– P.C., 40enne residente Spilinga, titolare di un ristorante; la stessa impiegava personale non regolarmente assunto;
– P.V., 24enne residente Ricadi, titolare di un ristorante; lo stesso impiegava personale non regolarmente assunto;
– M.R., 67enne residente a Ricadi,; la stessa impiegava personale non regolarmente assunto.
Ad esito del controllo, nei confronti degli esercizi di ristorazione venivano elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di euro 14.000,00 circa.
Nell’ambito dei medesimi servizi i Carabinieri della Compagnia di Tropea nei giorni scorsi avevano eseguito accertamenti presso l’attività turistica sita a Ricadi, frazione San Nicolò, località “Santa Maria”, di proprietà dei seguenti fratelli:
– L.A., 49enne di Mileto;
– L.I., 53enne di Mileto;
– L.L., 44enne di Mileto;
– L.G., 52enne di Mileto.
Nella circostanza era stata elevata una sanzione amministrativa in quanto venivano sorpresi ad esercitare attività ricettiva del tipo locazione case ed appartamenti in assenza di qualsiasi autorizzazione.

Condividi l'articolo