Si è concluso il progetto Comenius

C.S. della Dirigente Beatrice Lento

Al traguardo d’arrivo il Comenius dell’Istituto Superiore di Tropea

Gyula ha accolto con calore il gruppo Comenius
Dopo due anni di intenso lavoro si conclude il progetto Comenius realizzato dall’Istituto Superiore di Tropea in partenariato con altri dieci Paesi d’Europa: Spagna, Portogallo, Grecia, Turchia, Polonia, Germania, Francia, Slovacchia, Lettonia, e Ungheria.
La ricerca, svolta nell’ambito della rete internazionale, ha riguardato la cittadinanza europoea declinata attraverso svariati nuclei tematici come l’ecologismo, i diritti umani, l’economia solidale, l’imprenditoria etica, la politica e tanto altro ancora.
Il Comenius Proget si realizza attraverso approfondimenti tematici sia in situazione che a distanza attraverso le TIC. Iniziato due anni fa in Polonia, l’itinerario educativo, che ha toccato numerosi Paesi, si è fermato a Tropea nello scorso mese di Maggio per concludersi negli scorsi giorni a Gyula in Ungheria, una ridente cittadina assai vicina alla Romania. Gyula ha accolto con calore il gruppo Comenius, dal nome, rappresentativo del percorso di crescita in direzione della cittadinanza europea, “Small Steps to Giant Leaps”. “Effettivamente a piccoli passi si sono raggiunti grandi traguardi soprattutto se si considera l’aspetto relazionale del percorso. Dall’impaccio del primo incontro, determinato anche dalle notevoli differenze culturali tra i Paesi partenariati, si è giunti ad un affiatamento di emozioni e sentimenti che non è eccessivo definire amicizia e questo sia per noi adulti che per gli studenti”
(dichiarazione della dirigente Lento). A Gyula ci si è impegnati soprattutto nei processi della valutazione finale ma questo lavoro assai complesso, se si considera il numero delle Scuole coinvolte, non ha impedito di conoscere dal vivo la cultura locale attraverso visite a luoghi significativi. Di particolare interesse il Castello della città le Terme ed il Lago, luoghi che hanno consentito di apprezzare le bellezze storiche, artistiche e naturalistiche del posto.
“Gyula ci rimane nel cuore con il suo verde curatissimo, con i suoi giochi d’acqua, con l’atmosfera serena e rilassata, con i colori e i profumi del mercato tradizionale, con l’estrema pulizia e l’affabilità della gente“ (dichiarazione della dirigente)
“La cosa che più mi ha colpito” dichiara Nicola Accorinti, lo studente dell’ultimo anno dei Servizi Commerciali per il turismo che ha partecipato al meeting in Ungheria “è il calore dell’accoglienza. La famiglia che mi ha ospitato mi ha riempito di attenzioni ed i ragazzi Ungheresi sono stati eccezionali. Partecipando al Comenius ho capito l’importanza di essere uniti in una grande realtà come quella europea. È necessario collaborare per sentirsi forti di fronte alle difficoltà che stiamo attraversando” Il progetto Comenius è stato coordinato dalla prof.ssa Rina Barilaro, docente di lingua tedesca presso i Servizi Commerciali. “C’è stato tantissimo lavoro ed un enorme impegno perché veramente numerosi sono stati gli argomenti affrontati e i prodotti realizzati. Ciò che più mi ha gratificato è l’entusiasmo dei nostri studenti che hanno dato il massimo in ogni momento del progetto, sia quelli che hanno preso parte alle mobilità sia i tantissimi altri che hanno condiviso l’impegno quotidiano di studio e sviluppo dei nuclei tematici. È stata un’esperienza molto formativa sia per noi adulti, sia per gli studenti e quello che abbiamo aprreso e vissuto lo conserveremo gelosamente“ (dichiarazione della coordinatrice prof.ssa Rina Barilaro).
“Ora che il progetto di fatto si è concluso, anche se lavoreremo ancora fino a settembre per le incombenze di monitoraggio e valutazione, assieme alla gioia e alla soddisfazione per l’esperienza vissuta, ricca ed entusiasmante, avvertiamo il dolore della perdita…I nostri partner ci mancheranno. Ognuno di loro ci ha dato qualcosa di significativo ed insieme siamo cresciuti. Un grazie di cuore alla prof.ssa Rina Barilaro, splendida coordinatrice del gruppo italiano, per la passione e la professionalità con cui ha svolto il suo ruolo, alle mie Collaboratrici prof.sse G. Tumolo e M. Domenica Ruffa, a tutto il personale scolastico che ha creduto nel progetto a partire dai Direttori Dei Servizi Mimmo Mazzitelli e Ortenzia Caliò, ai nostri splendidi studenti e alle loro straordinarie famiglie che ci sono state vicine. Un grazie, infine, a te Europa, patria comune, in questi due anni ti abbiamo conosciuta e scoprendo a fondo i tuoi valori abbiamo iniziato ad amarti appassionatamente!“ (dichiarazione della dirigente)

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.