Si è concluso la seconda giornata del Seminario “Giovani e sicurenza in rete”

C.S. Per il Comitato genitori scuola secondaria I grado il Presidente Caterina Forelli

Incontro voluto dal Comitato genitori, ma che ha trovato disponibilità da parte dei docenti e del Dirigente Scolastico, Ing. Antonello Scalamandré

SeminarioGiovaniWeb

Si è concluso oggi, martedì 14 aprile, la seconda giornata del Seminario “GIOVANI E SICUREZZA IN RETE”, consigli utili per giovani navigatori, tenuto dalla dott. ssa Sonia Tropeano, pedagogista. Il seminario, organizzato dal Comitato dei genitori“Il Quadrifoglio”, è stato dedicato agli studenti delle classi prime della scuola secondaria di I grado di Tropea e Drapia, con l’intento di offrire strumento utili su temi che riguardano i giovanissimi.
Come si comportano i giovanissimi sulle reti sociali? Chi ha accesso alle loro pagine sui social network? Interagiscono con estranei attraverso richieste di amicizia, commenti, foto o inviti a un evento? Frequentano siti web che i loro genitori non approverebbero? Qual è la loro attività preferita online? E i genitori, come si rapportano alla propria prole digitale? Danno loro fiducia? Spiegano, controllano o sorvegliano amorevolmente da lontano? Che grado di conoscenza hanno di internet? Quale atteggiamento assumono, ammesso che lo assumano, per limitarne o controllarne l’uso domestico? Queste sono solo alcune delle domande che sono state al centro dell’incontro, e sono anche le domande che i genitori oggi si pongono…o dovrebbero porsi per un utilizzo sicuro e responsabile dei nuovi media tra i più giovani.
L’obiettivo della giornata, infatti, è quello di utilizzare questi momenti per favorire il dialogo sui temi della sicurezza on lineal fine di promuovere un utilizzo più responsabile delle tecnologie legate ad internet, specialmente tra i bambini e gli adolescenti.
Temi quindi di grande attualità, che hanno catturato l’attenzione dei ragazzi, grazie anche alla capacità della dott.ssa Tropeano di trasmettere con grande chiarezza e passione il messaggio:
“Nei seminari si è parlato di Internet, Social Media, strumenti di condivisione, Facebook, dei vantaggi forniti dall’uso delle nuove tecnologie ma soprattutto dei rischi, siti con contenuti violenti o razzisti, virus e truffe,privacy e dati personali,falsificazione di identità,solitudine e alienazione, cyberbullismo, internet dipendenza. La mia attenzione si è concentrata sugli strumenti utili per prevenire conseguenze negative e tutelarsi dai pericoli in rete. Ho avviato un confronto con i ragazzi suggerendo delle semplici regole affinché maturino sin da piccoli un comportamento sicuro e responsabile durante la navigazione. Questo comportamento ho voluto estenderlo ad altre situazioni di vita e in particolare alla vita quotidiana, ho voluto favorire un confronto costruttivo e riflessivo con l’obiettivo di far capire ai giovani che in momenti di difficoltà è importante far riferimento e parlare con le persone giuste, con le persone che possono aiutarli a trovare delle soluzioni. Ho voluto far capire ai giovani che oggi vivono in una società in cui si assiste a dei cambiamenti bruschi, in cui vengono offerti loro mondi fittizi, vengono esaltati valori materiali come l’apparire a discapito dell’autenticità e dell’essere, di proteggere i propri sogni,le proprie passioni, il proprio essere, di porgere una mano a chi ne ha bisogno, di riflettere sui comportamenti e sulle reazioni di bambini che compiono atti negativi e del perché lo fanno, di cercare di immedesimarsi ,aiutarli e accoglierli..Di fare attenzione a puntare il dito non pensando alle conseguenze che l’accusa e l’etichettare il proprio compagno possano avere su di lui e sulla sua vita.. In conclusione essendoci diverse situazioni di difficoltà tra gli alunni in particolare familiari, ho voluto portare il mio esempio per far capire ai ragazzi che nel momento che ci si sente soli si sta passando un periodo difficile è importante parlare e chiedere aiuto a persone di fiducia …è importante circondarsi di persone positive che tengono a noi, che vogliono il nostro bene. Ho voluto suscitare un atteggiamento positivo, di fiducia e costruttivo nei giovani ragazzi facendo capire loro che bisogna apprezzare ogni giorno quello che si ha e ricordarsi di sorridere e gioire delle piccole cose ..riconoscere il giusto valore delle cose e delle persone ..di portare avanti i propri sogni e vivere a pieno la loro vita perchè hanno la fortuna,le capacità, la motivazione e l’energia per costruire il proprio percorso di crescita”.
Un incontro voluto dal Comitato dei genitori, ma che ha trovato subito grande disponibilità da parte dei docenti e del Dirigente Scolastico, Ing. Antonello Scalamandré, il quale ha sottolineato l’importanza dell’interazione della scuola con le famiglie, e con il territorio. Grande soddisfazione per la riuscita della manifestazione è stata espressa anche dalla dott.ssa Tropeano, la quale ha auspicato che questi momenti possano continuare, anche con la presenza dei genitori.

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.