Situazione dell’edilizia scolastica

“Scuola media” da protezione civile

Il commissario Cirillo coinvolge la Protezione Civile

Scuola media Tropea - foto Libertino

Il 25 c.m. è stata indetta una nuova assemblea dal comitato dei genitori per fare il punto sulla situazione dell’ edilizia scolastica locale. La riunione indetta presso i locali della biblioteca provinciale ha visto partecipi numerosi genitori provenienti anche dai paesi limitrofi, mentre per le Istituzioni cittadine erano presenti il Preside della scuola Media Prof. Laganà, il Preside della scuola primaria Prof. Fiumara, il Consigliere provinciale Dott. Rodolico, numerosi docenti e naturalmente la Sig. Forelli promotrice del comitato stesso e dell’assemblea. La riunione ha avuto inizio con una breve cronistoria di quanto il comitato abbia fatto in questi mesi, le decisioni assunte, gli incontri avuti con i rappresentanti del Comune, della Provincia e della Regione. La Forelli ha riferito dell’ultimo incontro avuto con il Commissario Prefettizio giorno 24 Agosto, il quale alla fine dello stesso ha comunicato che “le problematiche legate ai 250 ragazzi che dovrebbero frequentare la scuola media rappresentano, per una comunità di circa settemila abitanti, una difficoltà di notevole importanza e che quindi si rende necessario far interessare dello stesso problema la Protezione Civile”. Quindi sfuma sempre di più l’idea di poter usufruire dei locali del Palazzo Collareto (ospizio S. Rita), idea già ampiamente messa in discussione sia per l’enorme cifra calcolata, da destinare alla messa a norma per l’abitabilità da parte dei ragazzi, sia per i problemi burocratici avanzati in un contenzioso tra il Comune ed i propetari dell’edificio, e con la scure di una indagine penale in corso. La Forelli ha voluto comunque ringraziare il Dottor Rodolico per l’interessamento a reperire alcuni locali siti in piazza mercato ma, che il comitato dei genitori non ritiene dignitosi per dei bambini mentre lo stesso Rodolico ha precisato, portando all’assemblea le delibere, che i suddetti locali hanno tutte le carte in regola, sanitaria-sicurezza- abitabilità, per essere destinate alla scuola media e che l’Ente Provincia, pur non essendo di sua competenza, li mette ancora a disposizione. Alla domanda di un genitore su dove portare il proprio figlio il 14 Settembre, giorno di apertura delle scuole, il preside Laganà non ha saputo dare, purtroppo, risposta considerando anche il fatto che il Commissario non ha fatto proroga del decreto con cui si è collocata la scuola media nei locali della scuola elementare. Quindi nulla di fatto e soprattutto nessuna meta in vista e, pensando che mancano soli pochi giorni all’inizio della scuola, l’orizzonte appare desolante ed ancor di più diseducativo per tutta la popolazione scolastica e civile in generale. A conclusione dell’assemblea i genitori hanno dichiarato tutta la loro disponibilità ad inscenare proteste eclatanti se tra qualche giorno non si avranno, da chi di dovere, risposte certe ed esaustive al problema.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.