Solidarietà ai due anziani

Pestati a sangue

In ospedale Macrì e Bevilacqua a testimoniare la loro vicinanza

Solidarietà ed impegno nei confronti di due coniugi anziani che sono stati vittime del verognoso pestaggio da parte di due giovani tropeani. Episodio che ha destato notevole sdegno e preoccupazione negli abitanti della cittadina. In ospedale a dimostrare la loro vicinanza ai due anziani si sono recati il consigliere comunale e provinciale d’opposizione, Nino Macrì ed il senatore Franco Bevilacqua, che hanno preso a cuore la vicenda ed intendono dare una mano a questi cittadini che non sopportano più il clima che si è creato con i loro dirimpettai. Pasquale Florio, chiamato da tutti “Mastro Leo” e sua moglie, Giuseppa Sposaro, sono stati violentemente pestati in seguito all’ennesimo litigio con i proprietari di un ristorante situato di fronte alla loro abitazione. A far scattare la scintilla di una violenza brutale sarebbe stata la richiesta di spostare una moto che bloccava l’uscio di casa e ne impediva il rientro. Uno dei loro figli, Francesco, è intervenuto in loro soccorso ed è stato malmenato. Così, Mastro Leo e la moglie sono ricoverati nel reparto di Chirurgia dell’ospedale civile con quindici giorni di prognosi. I sanitari li hanno posti sotto stretto controllo date la loro condizioni di salute. Lui è infartuato e lei è stata colpita da ischemia. Il consigliere provinciale del Pdl Nino Macrì ha commentato: «Dobbiamo intervenire per far fronte a questa situazione in cui i due coniugi stanno subendo vessazioni continue. La beffa è anche stato anche il recente consiglio comunale allorquando non si è fatto minimamente cenno a quanto accaduto a questi due anziani». Ha poi affermato: «C’è una grave ed urgente situazione di ordine pubblico a Tropea che potrebbe ulteriormente aggravarsi. Perciò qualcuno deve farsi carico della soluzione di questa situazione, specie il Prefetto che ha ricevuto già varie segnalazioni».
D’accordo con lui, il senatore, anche lui del Pdl, Franco Bevilacqua, che ha detto: «Ci troviamo di fronte ad un fatto grave che si commenta da solo». Ha poi continuato dicendo: «E’ necessario che le forze dell’ordine intervengano per fermare questa emergenza di ordine pubblico, soprattutto perché in estate si verifica un aumento di presenze che va adeguatamente gestito.
Ma soprattutto riguardo a questo grave fatto, non si deve permettere più che questi signori continuino a subire ripetuti atti di sopraffazione, come sta succedendo da tempo». I due anziani ed i loro familiari si sono dichiarati contenti e soddisfatti della visita di Macrì e Bevilacqua che hanno dimostrato un forte sostegno ed un serio impegno affinché non si verifichino più episodi che vanno contro alle più elementari regole del vivere civile.

Condividi l'articolo