Pungitore scrive a De Nisi

Sistema Turistico Locale

“La Provincia tenga conto del Consorzio della Costa”

Anche Girolamo Pungitore, presidente del Consorzio Intercomunale per la Promozione e lo Sviluppo della Costa Tirrenica, interviene nel dibattito nato per via del Sistema Turistico Locale promosso dalla Provincia di Vibo Valentia. Pungitore ha scelto di intavolare un dibattito inviando una lettera alla Provincia e all’assessorato al Turismo della Regione Calabria, che è stato contestualmente diramato agli organi di stampa. La proposta della Provincia, infatti, andrebbe ad aggiungersi a un contesto già esistente, e questo ha innescato una serie di interventi da parte di molti rappresentanti politici. Già l’ex consigliere al Comune di Tropea Domenico Tropeano si è espresso negativamente, così come pure l’ex assessore Pasquale Vasinton, il consigliere provinciale Giovanni Macrì e l’ex sindaco di Drapia Pino Rombolà. La polemica è iniziata quando Giovanni Cirillo, Commissario straordinario del Comune di Tropea, avrebbe espresso un parere positivo per l’adesione della cittadina tirrenica al STL promosso dalla Provincia, facendo così comparire l’Ente in ben due STL. Già Antonio Euticchio, infatti, aveva firmato il protocollo d’intesa con il Consorzio, di cui Pungitore è presidente, nato per gestire un STL denominato “Costa degli Dei – All’ombra del Poro”. La cosa ha ovviamente provocato accese polemiche tra i rappresentanti dei paesi aderenti al primo STL e soprattutto a Tropea, sia perché in questo modo Cirillo avrebbe scavalcato i normali organi di rappresentanza, che si erano già espressi in tal senso, sia perché, ma solo a livello politico, porterebbe Tropea in un consorzio percepito come distante dal suo normale baricentro, sia infine perché, avendo il Comune già aderito a un altro STL, gli altri firmatari del consorzio che lo gestisce potrebbero agire legalmente, se danneggiati da un eventuale cambio di sponda della città capofila.
Come lo stesso Pungitore fa notare, il consorzio è «costituito ai sensi del Testo Unico degli Enti Locali dai Comuni di Tropea, Briatico, Joppolo, Parghelia, Nicotera, Ricadi, Zambrone, Drapia, Zaccanopoli, Spilinga» e da molti operatori del settore turistico ed ha stipulato «un protocollo d’intesa per il riconoscimento del Sistema Turistico Locale denominato “La Costa degli Dei all’Ombra del Poro”». Tale protocollo è stato «sottoscritto, previa verifica delle deliberazioni dei relativi organi, da» tutti i Comuni facenti parte del consorzio e dai Comuni di Francica, Limbadi, Rombiolo, Dasà, Vazzano, Jonadi, Filandari, Zungri, Acquaro, oltre che da soggetti privati come il Porto di Tropea Spa, Confindustria Vibo Valentia, Legambiente, UGL Unione Territoriale Provinciale, il Consorzio Pro Santa Maria e quello per la ‘Nduja di Spilinga, CNA Vibo Valentia, il portale Tropea biz e Torejeo web agency, Publiplanet, il Gruppo Bilotta, Cogetur, Mancini, Edizioni del Gusto, K.O.S.V.I.L., il Tropea Sub Diving Center, F. Rombolà, l’impresa turistica GH, il Club Med Napitia e l’Hotel Rocca Nettuno».
Insomma la Provincia sta cercando di costruire, in piccolo, un altro Sistema Turistico Locale cercando di strappare pezzi pregiati a quello già esistente, e quindi Pungitore non ci sta, perciò chiede «che la Provincia di Vibo Valentia voglia tener conto dei soggetti coinvolti e dell’iter tecnico amministrativo seguito dal Consorzio Intercomunale per la Promozione e lo Sviluppo della Costa Tirrenica, per il riconoscimento del Sistema Turistico Locale denominato “La Costa degli Dei all’Ombra del Poro”, secondo le previsioni della legge regionale n.8 del 05.04.2008 e della deliberazione della Giunta della Regione Calabria n. 47 del 5 febbraio 2009 avente ad oggetto le “Linee di Indirizzo per il riconoscimento dei sistemi turistici locali previsti dalla legge 29 marzo 2001 n. 135 ai sensi dell’art.6 della legge regionale 5.04.2008 n.8”».

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.