Tropea: addio al “muro del pianto”

I lavori di restyling procedono spediti

Il muro era stato eretto nel 2008, all’epoca dell’amministrazione Euticchio

Il "Muro del pianto" - foto Libertino
Il “muro del pianto” – foto Libertino

Dopo anni di lacrime versate, finalmente il muro del pianto è stato abbattuto. Sotto i colpi dei martelli pneumatici e delle pale meccaniche, quella macchia scura sulla pelle del nostro lungomare ha visto la sua fine, grazie ai lavori di restyling del tratto della Marina del Convento, portati avanti dall’amministrazione Vallone.
Il muro era stato eretto nel 2008, all’epoca della giunta Euticchio, ed era stato presentato come soluzione più sbrigativa per arginare le frane della rupe e permettere il passaggio di pedoni e mezzi di trasporto.
Oggi 16 luglio 2013, finalmente, il muro che tanto aveva fatto parlare l’opinione pubblica, è caduto e i tropeani, immedesimatisi nei numerosi berlinesi che affollano la cittadina, hanno potuto festeggiare la dipartita di un simbolo della vecchia Tropea. Che sia di buon auspicio per le divisioni che lacerano la nostra Perla?
Ai lettori l’ardua sentenza.

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.