Tropea, approvata la previsione del bilancio

Pioritario sarà il rafforzamento della struttura amministrativa

Fortuna: «Ci sono due aspetti su cui sarà importantissimo il risultato e dipenderà tanto dai cittadini: il rispetto della legalità tributaria e l’efficienza della raccolta differenziata. Serve un cambio culturale»

Salvatore Fortuna, Giuseppe Di Martino, Cesare Pelaia, Antonia Cicala – foto Marmorato

La previsione del bilancio.
«È stato un grande lavoro. Il bilancio è stato elaborato con una modalità anche partecipata. Abbiamo avuto un confronto con alcune realtà associative locali: con la Protezione civile, l’associazione degli albergatori e con le singole associazioni e si è tenuto conto delle loro indicazioni e delle indicazioni dei cittadini. Ciò ha permesso di raggiungere l’obiettivo di un bilancio che è decisamente più ragionato, con una congruenza tra quelli che sono gli obiettivi e le risorse a disposizione della comunità». Sono le parole del commissario Salvatore Fortuna, nell’incontro tenutosi ieri a palazzo Sant’Anna con la stampa, in cui è stata presentata la previsione del bilancio comunale.
«È un metodo che va perfezionato» ha spiegato Fortuna. «Mentre siamo soddisfatti per quanto riguarda l’analisi del bilancio per la misurazione di alcune voci di entrata che sono state fatte ragionando in modo analitico, sulla congruenza tra obiettivi e spese, siamo un po’ meno contenti per quanto riguarda il discorso relativo alle opere pubbliche e sul piano triennale su cui ci lavoreremo soprattutto il prossimo anno».

L’aumento della TARI.
«Il comune di Tropea ha una bassa percentuale di raccolta differenziata. Ciò comporta che c’è un aumento dei costi. Per cui uno degli obiettivi per quest’anno è quello di aumentare la raccolta differenziata. C’è uno scarto tra quelle che sono le esigenze “i desideri” di quello che si vorrebbe fare e quelle che sono le possibilità che il bilancio offre» ha detto Fortuna. Per cui c’è una necessità di scelta: l’aumento del costo della TARI deriva dal fatto che già nel 2016 e probabilmente anche nel 2017 bisognerà trasportare i rifiuti in discariche più lontane perché è stata chiusa la sede di Pianopoli e quindi bisogna raggiungere i siti indicati dalla Regione: Reggio Calabria e Cosenza. Naturalmente la maggiore distanza comporta un aumento dei costi.
«Quest’anno abbiamo la speranza che ci sia un incremento di entrata» ha spiegato Fortuna. E se ci sarà un incremento di entrata, ci sarà anche un incremento di spesa con la possibilità di finanziare progetti che al momento il comune non può permettersi di finanziare.

Le priorità del bilancio.
Prioritario sarà il rafforzamento della struttura amministrativa attraverso il potenziamento di quello che è l’ufficio tecnico e la polizia municipale che, secondo i commissari, sono i settori in maggiore difficoltà. Ci sono delle previsioni di spesa per assumere dei vigili a tempo determinato.

Il settore idrico.
Si attueranno degli interventi nel settore idrico in modo coordinato. Ha detto Fortuna: «Creeremo una organizzazione che permetta di valutare nel migliore dei modi la situazione idrica e dall’altro lato anche rientra in questo aspetto il discorso di una riscossione corretta dei tributi, in modo tale che ci sia una equiparazione tra le spese del comune e le entrate».

Equità e rispetto della legalità.
Questo è un altro punto cardine per i commissari. «Equità vuol dire che ci sia un corretto discorso con i cittadini. Non è possibile che un cittadino paga e un altro non paga. Per cui una delle attività che verranno fatte sarà appunto l’incremento della vigilanza e una nuova organizzazione per il controllo dell’aspetto idrico e della legalità» ha spiegato Fortuna. I commissari puntano a far sì che ci sia un rapporto equo con i cittadini, per cui tutti dovranno pagare le tasse: questo permetterà loro di diminuire il carico fiscale e rispettare la legalità. «Ritorniamo a rendere efficienti gli uffici e una chiarezza e trasparenza nel rapporto tra uffici e cittadini. Servirà tempo ma noi lo implementeremo» ha concluso il commissario. Secondo i commissari l’aspetto culturale è fondamentale: «Bisogna aiutare i cittadini a cogliere in un rapporto di sinergia tra amministrazione e popolazione che la legalità è il binario su cui bisogna camminare per raggiungere determinati risultati».

Salvatore Fortuna – Commissario
Giuseppe Di Martino – Commissario
Cesare Pelaia – Segretario Comunale
Antonia Cicala – Responsabile Ufficio Ragioneria
Vincenzo Giannini – Responsabile Ufficio Tecnico
– foto Marmorato

 

La Protezione civile.
A Tropea è presente da diverso tempo un gruppo di persone già abbastanza strutturato che opera sul territorio. «Quest’anno abbiamo coinvolto anche loro e inserito in bilancio una somma per le spese necessarie affinché sia sempre più efficiente questo gruppo» ha detto il commissario Giuseppe Di Martino «Dopo varie riunioni abbiamo quantificato la spesa e previsto nel bilancio 2016/2017 la somma di 8000 euro. È un aumento rispetto alle spese previste nel precedente anno di 6000 euro, ma 4000 euro non erano state spese. Se si prevedono delle somme in bilancio è evidente che servono per rendere più efficiente il servizio».
«Per quanto riguarda il gruppo della protezione civile – ha aggiunto Di Martino – è stata inoltre approvata una modifica del regolamento in cui è prevista l’istituzione della figura del Vice Coordinatore in aggiunta a quella di Coordinatore, proprio perché non ci siano soluzioni di continuità nella gestione di un gruppo che deve essere efficiente nel pronto intervento».

Eventi e spettacoli.
A differenza di altre realtà, per Tropea questo aspetto non è certamente marginale, perché diventa un elemento di attrazione turistica. «Abbiamo fatto uno sforzo per mantenere lo stesso importo degli anni passati» ha detto Fortuna, che è poi entrato nel merito della questione: «Si farà un regolamento oggettivo in modo tale che le associazioni possano fare domanda secondo la tipologia di evento e in base alla disponibilità, e saranno selezionate con una griglia che stiamo preparando. Il rapporto delle associazioni in futuro sarà con gli uffici e non con chi sarà alla guida del comune, proprio perché la competenza è di natura gestionale e non di natura politica».
I commissari parleranno con gli atti e ci saranno una serie di criteri da rispettare. «È un cambio di prospettiva –ha concluso Fortuna-: ci saranno i criteri di scelta predeterminati e le associazioni lo sapranno. Non sarà più un rapporto referenziale ma di confronto tra le varie proposte e con criteri trasparenti».

Il lungomare.
«Il tempo previsto dalla Regione Calabria per il completamento dell’opera è di circa due anni» ha detto il segretario comunale, dottore Cesare Pelaia. «Noi stiamo cercando di realizzarlo in 7-8 mesi –ha spiegato-. Siamo in attesa del parere della soprintendenza dei beni ambientali di Reggio Calabria, che ci consentirà di ottenere l’autorizzazione dalla Provincia e quindi di approvare il progetto esecutivo. Ad oggi siamo in linea con i tempi previsti. Speriamo di riuscire a terminare i lavori se non all’inizio della stagione estiva, almeno nel corso della stagione estiva». I commissari hanno inoltre precisato che solleciteranno la pulizia delle spiagge per quanto di propria competenza, anche per consentire i lavori di ripristino del lungomare.

Altri finanziamenti.
I commissari hanno spiegato che è inoltre previsto un fondo per la demolizione delle opere abusive, attività che ritengono di far partire quest’anno.
È prevista la richiesta di finanziamento per il secondo plesso della scuola elementare in via Coniugi Crigna.

Conclusioni.
Ha spiegato Fortuna: «Non sono obiettivi da poco. Non tutti gli obiettivi saranno raggiunti o forse raggiunti pienamente, perché ci sono notevoli carenze strutturali. Sarà un anno complicato, ma abbiamo cercato di mettere le risorse necessarie per ottenere i risultai sperati».

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.