Festa di “I tri da Cruci”

Si rinnova l’appuntamento con la tradizione.

Giochi, spettacolo pirotecnico ed il concerto di Mimmo Cavallaro & Cosimo Papandrea con i Taranproject.

“Camiuzzu i focu” - foto Libertino
“Camiuzzu i focu” - foto Libertino

Appuntamento con la tradizionale festa di “I tri da Cruci”. Giovedì 3 maggio in via Umberto I, u Burgu, sarà animata dai festeggiamenti in onore della Santa Croce.
La commissione composta dal presidente Nicola Cricelli, dal vice Pasquale Tropeano, dal segretario Antonio Caracciolo, dal tesoriere Pasquale Russo, dal responsabile del Bilancio Carmine Sicari, dai soci Franco Padula, Giuseppe Schiariti ed Alberto Romano, da pietro Montoro e da Enzo Taccone, ha cercato anche quest’anno di offrire una festa allegra riproponendo un programma fatto di giochi della tradizione e di spettacoli d’intrattenimento. Dalle ore 15 ci saranno il gioco della “Pignata”, la corsa con l’uovo, la gara coi sacchi e la gara “da pasta abbruscenti”, alle ore 20,30 l’esibizione di danza di Maurizio De Benedetto. Alle 21,30, invece, appuntamento musicale con i Taranproject, Mimmo Cavallaro & Cosimo Papandrea. Chiuderanno i festeggiamenti il tradizionale ballo del “Camiuzzu i focu”, l’accensione di barche sospese tra le vie ed i giochi pirotecnici commissionati alla Ditta Schiavone di Reggio Calabria.

Festa di “I tri da Cruci”
Festa di “I tri da Cruci”
Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.