Tropea: Onde Mediterranee

Conclusa la settima edizione del premio internazionale di poesia

Uno piccolo studio di registrazione alternativo a basso costo!

Annalisa Insardà ed il tavolo della giuria - foto Libertino

Cerimonia conclusiva del premio “Tropea: Onde Mediterranee”.
Si è  conclusa la settima edizione del premio internazionale di poesia “Tropea: Onde Mediterranee” con la cerimonia di premiazione delle poesie classificatesi ai primi tre posti nelle sei onde in cui è suddiviso il prestigioso premio.
Accanto alla Poesia, protagonista indiscussa della serata, anche la Musica e la Pittura, hanno avuto il loro posto d’onore contribuendo ad elevare lo spessore culturale dell’evento.
Infatti i numerosi spettatori, tra cui il vicesindaco Pino Rodolico, l’assessore alla Cultura, Francesco Arena, ed altri membri della Giunta e del Consiglio, hanno anche potuto ammirare i quadri dei pittori Eliana Varini, Vincenzo Imperatore, Silvana Dell’Ordine, Antonio Tambuscio e Caterina Rizzo, esposti nel piazzale d’ingresso alla chiesa della Michelizia, tradizionale  suggestiva cornice della cerimonia,  che è stata presentata dall’attrice Annalisa Insardà. Gl’intermezzi musicali  del clarinettista Salvatore Laureana e dei pianisti Antonia Comito, Francesco Comito ed Emilio Aversano che hanno introdotto le  poesie premiate, recitate dall’attrice Grazia Teramo e dalla giovane Geraldine Caracciolo, hanno inoltre creato la giusta atmosfera per coinvolgere  il pubblico in momenti di grande partecipazione emotiva. Visibilmente soddisfatto il poeta Pasquale De Luca, promotore e organizzatore del Premio, insieme all’associazione “Tropea Musica”, presieduta da Ottavio Scrugli. Presidente della giuria, come nelle passate edizioni, il magistrato Gaetano Antonio Bursese, consigliere della Corte di Cassazione.

L’attrice Annalisa Insardà, il maestro Antonio Sirignano, il poeta Pasquale De Luca - foto Libertino

Lo hanno affiancato Matteo Aiello, presidente della Pro Loco di Drapia, e le insegnanti Anna Maria Macchione, Teresa Giofrè e Concetta Tropeano.
L’editore Giuseppe Meligrana ha curato la raccolta delle poesie in un’ antologia da lui pubblicata. La prima onda del Premio, dedicata ai fanciulli della scuola elementare, ha registrato una partecipazione record di alunni ma anche per le altre onde, dedicate alle poesie degli adulti  edite e inedite, in lingua italiana e in vernacolo, accanto  alle ultime due onde, la mediterranea e quella del mondo, che conferiscono una dimensione internazionale al Premio, sono pervenute numerose composizioni di aspiranti poeti. Sono stati ben 19 i premiati, tra cui tre stranieri. Ricordiamo che il premio tropeano è conosciuto  anche in Argentina grazie ad un gemellaggio stipulato con l’associazione “Nuevas generazione calabresas”, presieduta da Daniela Belen Fernadez Laruffa, che è in stretto contatto epistolare con Pasquale De Luca  ed anche lei  organizzatrice di  un analogo premio nella cittadina di Mar del
Plata. A fine cerimonia anche quest’anno, come nelle passate edizioni, è stato tributato un particolare riconoscimento ad una personalità che si è distinta nella sua attività lavorativa per l’alto valore professionale ed umano. La scelta è caduta sul maestro Antonio Sirignano,compositore e direttore di orchestra originario della Campania, che ha trasmesso col suo qualificato insegnamento a numerosissimi giovani tropeani  la passione per gli strumenti musicali contribuendo a farli diventare  validi musicisti e, a loro volta, maestri di altri giovani. 

[nggallery id=13]

Condividi l'articolo