Tropea: organizzato un comitato per l’acqua potabile

Emergenza acqua

Pronti ad inscenare un sit-in di protesta

RubinettoOltre il danno la beffa. Con un’ordinananza emessa in data 28 giugno il dirigente dei lavori pubblici della città di Tropea dichiarava la non potabilità dell’acqua nella zona Campo di sotto e nell’area dell’ospedale cittadino, ma a tutt’oggi ancora nessun intervento certo è stato portato a conoscenza dei cittadini.
Questo il motivo che ha spinto un gruppo di volenterosi a costituire un comitato.
Attraverso una raccolta firme sono pronti ad organizzare un sit-in di protesta davanti alla sede comunale per avere delle risposte e come recita il volantino desiderano conoscere quanto segue:
– se e quando sono stati allertati gli organi di controllo,
– se e quando sono state effettuate le analisi,
– quali i risultati delle stesse
– quali le zone della città interessate
– quali iniziative sono state assunte dall’amministrazione comunale per risolvere il problema
– se e quale piano di emergenza è stato adottato per fornire i cittadini di acqua potabile.
Sottolineamo che, come affermato dallo stesso assessore, la causa dell’acqua non potabile per uso umano è molto probabilmente dovuta ad infiltrazioni di tubi rotti o di fogne che perdono, in quanto all’uscita dal serbatoio comunale risulta essere pulita. Il comitato di cittadini chiede a gran voce di conoscere la verità.

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.