Scuola: affidato l’incarico altamente specialistico

“Analisi e valutazione dei risultati delle indagini strutturali sul plesso n° 2 della scuola elementare centro”

L’incarico al Prof. Paolo Lonetti dell’Università UNICAL di Cosenza

Plesso n° 2 della scuola elementare centro di via Coniugi Crigna Tropea - foto Sorbilli
Plesso n° 2 della scuola elementare centro di via Coniugi Crigna Tropea – foto Sorbilli

Arriva finalmente con la delibera n° 63, del 6 marzo, l’affidamento per l’incarico altamente specialistico per le “Analisi e valutazione dei risultati delle indagini strutturali sul plesso n° 2 della scuola elementare centro” di via Coniugi Crigna.
Il responsabile dell’area Funzionale n° 4, l’architetto Francesco Grande, ha adottato la determinazione che vede affidare l’incarico altamente specialistico al Prof. Paolo Lonetti , Professore associato di Meccanica Strutturale della Facoltà di Ingegneria di Cosenza UNICAL, per il completamento di alcune analisi, di calcolo e dei coefficienti di sicurezza, che si andranno ad aggiungere a quelli già realizzati quali la definizione di un piano d’indagine di completamento e le indagini di caratterizzazione meccanica sugli acciai e sul calcestruzzo.
Nella delibera si può leggere: “Vista e richiamata la delibera UTC n°395 del 28\12\2011 con cui si era provveduto all’impegno di euro 11.000,00 per esecuzione prove sugli edifici scolastici; Considerato che, nella riunione tra quest’Ente, il Dirigente Scolastico ed un docente dell’Università della Calabria, è scaturita la necessità di completare il quadro conoscitivo dei tre plessi, sia per programmare gli interventi di adeguamento strutturale e funzionale; vista e richiamata la delibera di Giunta Comunale n° 64\2013 con la quale è stata emanata direttiva per avviare le necessarie procedure per completare le indagini e le verifiche sui tre edifici (…); viste le proprie determine n° 121 del 20\06\2013 e n° 7 dell’11\11\2013 di affidamento al laboratorio CTM(…), considerato che i risultati di queste indagini sono state acquisite (..) ed atteso che occorre procedere alla verifica ed all’interpretazione del livello di conoscenza del plesso n°2 (…)si impegna una somma per rimborso spese di euro 500,00, previa autorizzazione dell’ente di appartenenza, da affidare al Prof. Lonetti”.
Nella stessa determina una breve cronistoria traccia per sommi capi, e come presupposto di partenza, le varie fasi che hanno portato alla chiusura dei plessi in oggetto: era infatti l’ottobre del 2009 quando il Commissario Prefettizio Giovanni Cirillo emetteva un ordinanza con cui venivano chiusi due dei tre edifici di scuola elementare, a seguito dei risultati di alcune indagini, plessi la cui costruzione risaliva tra gli anni 1960-66 e quindi “caratterizzati da materiali non garanti di resistenza sismica”.
Il 21 ottobre del 2009, quindi, i corpi denominati plesso 1 e 2 sono stati fatti oggetto di sgombero, chiusi e tuttora abbandonati. Lo stato di consistenza dei materiali presenti, avevano prodotto valori di resistenza apparentemente insufficienti, tali da far decidere in via precauzionale allo sgombero degli immobili. Nello stesso documento viene altresì evidenziato che la procedura di indagine avviata allora sui tre plessi “Risulta tuttavia non completamente definitiva, in quanto il riferimento normativo relativo al controllo dello stato di affidabilità degli immobili esistenti non demanda al semplice controllo materico circa la demolizione o la limitazione dell’uso degli edifici, ma definisce un iter articolato e ben definito delle attività tecniche e sperimentali da compiere di cui, la parte eseguita, ne costituisce solo una parziale fase”.
Sembra avviarsi così a conclusione questa nuova campagna di indagini, a breve potrà essere presa in esame la relazione completata da esami scientifici sulla struttura e sui materiali, documentazione che potrebbe finalmente diramare i dubbi che hanno accompagnato, per più di cinque anni, la chiusura dei plessi scolastici.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.