Un anno sulla via della legalità

Due serate davvero riuscite quelle offerte dall’Istituto di Istruzione Superiore Classica, Scientifica e Professionale di Tropea. Il divertimento dei giochi di gruppo, la comicità del teatro d’autore, la magia della danza, la varietà della musica. Tutto reso possibile anche grazie alla lungimiranza della dirigente scolastica Beatrice Lento ed alla grande competenza e professionalità del corpo docente di tutti gli indirizzi scolastici, oltre che, ovviamente, alla passione ed all’impegno dei ragazzi. Sei sono stati i progetti che hanno reso possibile l’evento, realizzati con i finanziamenti destinati alle aree a rischio dall’Art. 9 del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro – Comparto Scuola, che hanno coinvolto tutta la popolazione scolastica del territorio. Il progetto principale, dal titolo “Direzione Legalità”, attorno al quale sono stati sviluppati tutti gli altri, ha infatti ricevuto il patrocinio della Commissione Regionale per le Pari Opportunità nonché dell’Amministrazione Comunale della cittadina tirrenica ed è stato realizzato con la collaborazione della Fidapa e dell’Inner Wheel locali, della Palestra Aurora, dell’Associazione Tropea Musica e dell’Agesci.
Nella giornata di venerdì, dopo un pomeriggio ricco di allegria in cui le vie del centro storico sono state invase dai ragazzi che hanno gareggiato in una caccia al tesoro e nel gioco dell’oca, durante la serata è stata poi la volta della messa in scena della commedia di William Shakespeare del 1595 “Sogno di una notte di mezza estate”, scelta dagli organizzatori per enfatizzare l’amore visto da una prospettiva femminile. Tantissimi gli applausi strappati al pubblico da un gruppo di ragazzi che hanno dimostrato di essere veramente uniti da una grande amicizia. La commedia, a tratti esilarante, si è infatti conclusa con una particolare dedica di buon compleanno fatta da tutti gli attori ad un amico che con loro ha preso parte alla rappresentazione, al grido di “Tanti auguri a te!”.
Proprio dal palco posto in Piazza Galluppi, sul quale sono state realizzate le attività e, cosa non da poco, acquistato dall’Iis grazie ai fondi ricevuti, giovedì sera la dirigente scolastica Lento ha ribadito che ogni sforzo che la scuola ha fatto in questi ultimi anni è stato proteso alla formazione di una forte idea di legalità tra i nostri giovani. Durante la seconda giornata della manifestazione, grazie anche alla partecipazione del Circolo Didattico e dell’Istituto Comprensivo di Tropea, il centro storico è stato nuovamente animato da moltissimi ragazzi e bambini che hanno partecipato ad diverse competizioni. Nella serata conclusiva, al termine di questa grande manifestazione scolastica, ha avuto luogo il concerto finale rientrante nel progetto “L’isola che non c’è”, a cui hanno preso parte molti gruppi di giovani studenti, come i “The Kaips”, i “Dark gold” ed i “Revel”, e ben quattordici interpreti solisti, il tutto presentato in tre lingue. Tra i premiati, spiccano le prestazioni del gruppo di ragazzi dello Scientifico per i giochi a squadre e la superlativa prova, nella maratona, di Alberto Tassone, che è riuscito a dare al secondo classificato quasi un’ora di distacco. All’arrivo, Tassone non si è proprio fermato, proseguendo la sua performance con un altro giro di tracciato. A curare ogni dettaglio organizzativo delle serate sono stati i giovani steward e le hostess dell’indirizzo Turistico, mentre la serata è stata resa ancor più ricca dagli stand della “Mostra mercato” curata dal Liceo Scientifico e dall’Istituto Alberghiero di Tropea, in cui i ragazzi del primo hanno esposto alcuni oggetti creati con materiale riciclato mentre i professionisti in erba della ristorazione hanno sfoggiato la loro arte culinaria offrendo al pubblico assaggi delle loro prelibatezze.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.