Un battesimo per una nuova umanità

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

battesimo di gesù 1

Un battesimo per una
nuova umanità.

Oggi è la domenica del Battesimo di Gesù: in Lui è apparsa la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini. Questo disegno salvifico, che include tutti e non esclude nessuno, il Padre lo attua nel Figlio, che riceve il battesimo di penitenza e di conversione da Giovanni, come segno però di un altro battesimo, in Spirito Santo e fuoco, che egli è venuto a portare. Gesù sceglie di ricevere il medesimo battesimo di penitenza dei suoi fratelli peccatori. Si fa solidale, uno con noi, di modo che il compiacimento che il Padre pone in lui possa estendersi a tutti noi. Egli è l’uomo nuovo a cui ogni uomo deve guardare per costruire la nuova umanità.

Il vangelo di oggi (Luca 3,15-16.21-22)
♦ In quel tempo, poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco».
Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: « Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».

Una fonte per maestra
♦ Tre pellegrini, stanchi del cammino, si fermarono presso una sorgente di limpida acqua.
Dopo essersi rinfrescati, si misero a ragionare tra loro, guardando quella fonte preziosa e benefica.
Il primo osservò:
– Come fa bene una fonte ogni tanto sulla strada della vita! Non solo ci rinfresca, ma con la sua limpidezza trasparente ci invita ad essere più sinceri tra noi.
♦ Intervenne il secondo:
– Il continuo fruscìo di quest’acqua, che scroscia senza stancarsi, mi sembra che dica: “O uomo, lavora, lavora! Non smettere di lavorare, per rendere più bello il mondo”.
♦ Il terzo pellegrino, che era ormai vecchio e profondo nella scienza di Dio, così commentò:
– Amici, è ben vero quello che voi dite, ma ancora una cosa importante vorrei farvi notare. Vedete, questa fonte dà, dà sempre, dà a tutti, senza chiedere nulla a nessuno.
Così deve essere ciascuno di noi. – Prendere questa sorgente per modello della nostra vita!
(Fonte: Da un racconto di L. Tolstoj)

Il tuo gusto, e non il mio, amo solo in te, mio Dio! (S. Alfonso).

Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».- L'uomo nuovo per la nuova umanita!
Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».- L’uomo nuovo per la nuova umanità! L’uomo, per essere davvero nuovo, deve  cercare ciò che piace a Dio!
Condividi l'articolo