Un calabrese in Honduras

Tutto il mondo è paese!

Una poesia, in chiave ironica, descrive lo sport preferito dai tropeani

Tropea - http://amaramea.blogspot.com/

E’ proprio vero: il mondo è sempre più piccolo. E’ da pochi giorni che il mondo infinito di internet registra una nuova presenza di un blogger, per noi tropeani, di particolare interesse. http://amaramea.blogspot.com/  è l’indirizzo con cui si accede al blog in questione che si presenta al pubblico con una bellissima homepage raffigurante la nostra splendida icona, l’isola di Tropea. Pensare poi, che questa finestra sul mondo viene gestita da un paese da noi lontanissimo, dall’Honduras, affascina ancora di più ed avvalora il detto popolare: “tutto il mondo è paese!”. “Amaramea” nasce dalla passione del suo Blogger, un bel ragazzone tropeano, trasferitosi per amore nella città di San Pedro Sula, che risponde al nome di Domenico Rombolà. Il nostro honduregno con i primi post ha voluto ricordare ed esprimere il suo mai sopito affetto per la sua terra e per l’amato paese, dedicando a Tropea una bella poesia e scrivendo, in chiave ironica, la descrizione dello sport preferito dai tropeani: “le vasche” effettuate sul Corso Umberto I. Per Domenico è un modo per celebrare le sue origini calabresi, un modo per sentirsi più vicino ai suoi amici e parenti, un modo per portare in giro il nome di Tropea. Un grande in bocca al lupo e……holà!

Di Domenico Rombolà
Mare Nostrum

Rimpiango non poter salutare il mare
che fermo non puo’ stare,
da un santuario adornato
da un vulcano baciato.
Mare che ha solo un sapore
mare che inonda il paese con il suo odore.
Grazie al sole brilla di giorno
illmunina cio’ che gli sta attorno,
con la luna di notte fa l’amore
con il vento furioso fa rumore.

Chi non ti apprezza oh lindo mare
non ha conosciuto il tuo splendore,
chi non ti tiene nel suo cuore
offende la grazia del Creatore.
Chi ti creo’ e ti rese perfetto
ti disegno senza un difetto,
ti regalo’ del cielo il colore
e colmo’ di creature il tuo interiore,
diede all’uomo la possibilita’
di cibarsi per l’eternita’.

Mare che allieti l’anima che arriva
e posa i piedi nella tua riva
se non ti conosce fa pochi passi
non e’ abituato ai tuoi sassi,
non sa dove sei profondo
o che pesci hai nel fondo.
Mare vivrai sempre nella memoria
di chi hai cullato nella tua gloria.
Mare rimpiango non poterti salutare
mare ti penso e un giorno ti verro’a trovare.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli

Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.