Un figlio difficile? nessuna paura.

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Un figlio difficile? nessuna paura.

Le amarezze della vita a volte finiscono col sommergere quelle gioie che Dio ha seminato nel cuore dei suoi figli. Ci sono amarezze che più delle altre fanno crollare e tolgono la voglia di lottare. E sono proprie le persone care, quelle per cui abbiamo fatto anche dei sacrifici, a mandarci in tilt. Quante mamme soffrono per un figlio diventato all’improvviso difficile, ingrato, intrattabile; un figlio che rende la loro vita addirittura un inferno. Sì, è vero, i figli cambiano, a volte diventano “altri”, come degli sconosciuti… E’ l’ora del dolore… Ma la mamma dovrà confidare nella paternità di Dio che la sosterrà con la sua grazia. Anzi, è proprio allora che la mamma dovrà “diventare come Dio”, assicurando al figlio difficile quel sostegno di amore che lo farà sentire sempre “a casa”. E l’amore vincerà, perché anche Dio aspetta con amore i suoi “figli difficili”.

♦ C’era una volta una donna che continuava a lamentarsi di tutto nella vita.
Un giorno, incontrò Gesù e gli disse:
– Signore, abbi pietà di me! Il mondo mi tormenta e la vita mi ha resa una schiava! Ho un figlio che incessantemente ferisce il mio cuore. L’ho aspettato con i migliori sogni, l’ho cullato tra le mie braccia … Ma ora in lui trovo il mio calvario. Perché, Signore? Perché tanta sofferenza?
♦ Gesù, nel suo amore infinito, le rispose:
– Mia cara, Dio può cambiare i cuori dei suoi figli e delle sue figlie. Cosa sarebbe dell’albero se la terra non lo sostenesse? O del nido se il ramo non lo reggesse?
♦ ♦ La madre rispose:
– Ma, Signore, e me? Chi ha messo tra le mie braccia questo martirio? Chi ha messo sul mio petto questo figlio difficile e indifferente?
Con sua grande sorpresa, la donna udì queste semplici parole da Cristo:
– Sorella mia, era Dio, il mio e il tuo Padre amato.

 Dio ci chiama a un bel lavoro nel suo campo e nel suo regno. Quando attraversiamo le difficoltà, Egli ci sostiene con la sua grazia.
 Perciò, non molliamo dinanzi agli ostacoli, perché abbiamo un Padre forte e amorevole, che sta sempre al nostro fianco.
Obbedendo a Lui, i pesi diventano più leggeri.

Quante mamme soffrono per un figlio diventato all’improvviso difficile, ingrato, intrattabile; un figlio che rende la loro vita addirittura un inferno. Sì, è vero, i figli cambiano, a volte diventano “altri”, come degli sconosciuti… E’ l’ora del dolore… Ma la mamma dovrà confidare nella paternità di Dio che la sosterrà con la sua grazia. Anzi, è proprio allora che la mamma dovrà “diventare come Dio”, assicurando al figlio difficile quel sostegno di amore che lo farà sentire sempre “a casa”. E l’amore vincerà, perché anche Dio aspetta con amore i suoi “figli difficili”.
Condividi l'articolo