Un mondo al rovescio, meno male

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Un mondo al rovescio,
meno male.

Il dolore è il tesoro nascosto. Sembra un paradosso, ma è così. Ogni uomo diventa ricco appena si accorge che in ogni dolore c’è Gesù. Il dolore, la povertà, la malattia, le sofferenze, tutto ciò che viene rifiutato è il tesoro nascosto di cui ogni uomo è ricco, ma non ne è cosciente. 

Un mondo al rovescio
♦ Un uomo ha in banca miliardi in moneta corrente, un altro invece ha un magazzino pieno di roba usata, stracolmo di giornali vecchi.
♦ Improvvisamente si viene a sapere che quei vecchi giornali, quegli stracci sono ricercati e pagati a prezzi iperbolici, mentre la moneta cartacea ha subito la svalutazione ed ha perduto tutto il suo valore.

Ogni uomo è carico di giornali vecchi, di stracci… Ogni uomo è pieno di dolori, di cose negative che istintivamente buttiamo via; ogni uomo diventa ricco appena si accorge che in ogni dolore c’è Gesù, l’uomo dei dolori.
“Beati gli ultimi perché saranno i primi”.
“Ha deposto i potenti dai troni, ha innalzato gli umili”.
“Dalle immondizie rialza il povero; ha rimandato i ricchi a mani vuote”.

C’è da avere sempre speranza!
(fonte: cf p. Andrea Panont su zenit.org, 9 gennaio 2017).

Il dolore è il tesoro nascosto. Ogni uomo diventa ricco appena si accorge che in ogni dolore c’è Gesù. Il dolore, la povertà, la malattia, le sofferenze, tutto ciò che viene rifiutato è il tesoro nascosto di cui ogni uomo è ricco, ma non ne è cosciente.
Condividi l'articolo