Un patto di potere verso il sì degli elettori calabresi

I deputati M5s Nesci e Parentela, hanno inviato uno specifico esposto alla Procura

«L’accordo in oggetto presenta elementi di evidente ed estrema gravità, da approfondire in sede penale»

Deputati M5s Dalila Nesci e Paolo Parentela- foto Libertino
Deputati M5s Dalila Nesci e Paolo Parentela- foto Libertino

«Nel Pd ci sarebbe un patto di potere per orientare verso il sì il voto degli elettori calabresi al referendum del 4 dicembre». Lo affermano in una nota i deputati M5s Dalila Nesci e Paolo Parentela, che alla Procura di Catanzaro hanno inviato uno specifico esposto. «L’accordo tra il sottosegretario Luca Lotti e il governatore della Calabria, Mario Oliverio, prevederebbe – rammentano i due parlamentari – il sostegno elettorale alla riforma costituzionale delle truppe di partito, in cambio dell’allontanamento dei commissari Massimo Scura e Andrea Urbani dalla gestione della sanità calabrese. I fatti raccontati dal “Corriere della Calabria” non sono stati smentiti dagli interessati.
Al contrario, il Pd regionale ha diramato un comunicato stampa contenente attacchi politici all’intera rappresentanza parlamentare del Movimento 5 stelle in Calabria, privi di ogni argomentazione ma utili a distrarre l’opinione pubblica dalla questione di fondo, e cioè l’accordo politico-elettorale descritto nell’articolo menzionato». «Gli eventuali allontanamento e sostituzione dei commissari per il rientro – hanno rimarcato i 5 stelle – avrebbero un profondo impatto emotivo e suggestivo sul corpo elettorale. Giova ricordare, poi, che il governo ha nominato contro legge i commissari, come argomentato nell’interpellanza n. 2/01172.
Ancora, va evidenziato che il governo non ha mai inteso rimuovere i commissari, neppure innanzi a questioni molto dedicate, come ad esempio l’adozione del Dca n. 21/2016, con il quale è stata arbitrariamente revocata in blocco la procedura di verifica dei requisiti di legge della Cardiochirurgia del policlinico universitario di Catanzaro, e del Dca n. 81/2016, che ha espropriato la giunta e il consiglio regionale della Calabria di loro prerogative esclusive». Dunque «l’accordo in oggetto presenta – hanno concluso Nesci e Parentela – elementi di evidente ed estrema gravità, da approfondire in sede penale».

Testo-esposto-deputati-Nesci-e-Parentela-su-accordo-Sottosegretario-Lotti-Governatore-Oliverio

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.