Un re per sempre

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

 

004a-re Un Re per sempre.

Alcuni vogliono sottrarsi di proposito a Dio, sbandierando la propria libertà di fronte a Lui, salvo poi ai piedi del potente di turno. Ma tanti fanno la continua esperienza che è meglio servire a Dio che agli uomini! E ciò in tutti i campi.

Il redentorista cardinale V. Augusto Dechamps (1810-1883), famoso arcivescovo di Malines (Belgio), raccontò così la storia della sua conversione al seguito di Gesù.
« Ero fanciullo.
Assistevo all’ingresso trionfale del re del Belgio nel giorno della sua incoronazione.
Da una finestra vedevo tutto il meraviglioso corteo regale, tra una folla di popolo in festa.
Passato il re, a poco a poco, il viale tornò deserto.
Allora così ragionai nel mio piccolo cuore: “Questo è un re che passa! E’ meglio mettersi con un re, che duri per sempre!
E mi feci prete».

C’è una vocazione per tutti.
Servire Cristo, il “Re per sempre” è possibile a tutti in ogni campo del vivere umano. Cristo per annunciare il suo Vangelo oggi, non ha altra bocca che la nostra; per aiutare i poveri, non ha altre mani che le nostre; per confortare i sofferenti, non ha altro cuore che il nostro!

Viviamo da figli o viviamo da schiavi? Viviamo da persone libere oppure secondo la logica mondana,corrotta? La libertà ci fa sentire veramente liberi quando rispondiamo alla nostra responsabilità di vivere bene il nostro tempo.
Viviamo da figli o viviamo da schiavi? Viviamo da persone libere oppure secondo la logica mondana,corrotta?, chiede Papa Francesco. –  La libertà ci fa sentire veramente liberi quando rispondiamo alla nostra responsabilità di vivere bene il nostro tempo.
Condividi l'articolo