Un ricco in paradiso

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Un ricco in paradiso.

Dice Gesù: «Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede» (Luca 12,13). Eppure non si manca di guardare con una certa invidia il ricco che compra tutto e si può permettere tutto. E dimentichiamo che la vita non dipende da ciò che possiedi,  ma da ciò che uno dà. La vita vive di vita donata. Noi siamo ricchi solo di ciò che abbiamo donato. – San Basilio ammoniva: «Se vuoi, hai dei granai: sono nelle case dei poveri». Ma l’uomo ricco rischia di crearsi un deserto attorno: è solo con i suoi magazzini pieni, nessun povero alla porta, nessuno con cui condividere la gioia del raccolto. – Ma come farà un ricco un paradiso? Proviamo ad immaginare.

Un riccone arrivò in Paradiso. Per prima cosa fece un giro per il mercato e con sorpresa vide che le merci erano vendute a prezzi molto bassi.
Immediatamente mise mano al portafoglio e cominciò a ordinare le cose più belle che vedeva.
Al momento di pagare porse all’angelo, che faceva da commesso, una manciata di banconote di grosso taglio.
L’angelo sorrise e disse: “Mi dispiace, ma questo denaro qui non ha alcun valore”.
“Come?”, si stupì il riccone.
♥ “Qui vale soltanto il denaro che sulla terra è stato donato”, rispose l’angelo.

Ricorda!
Oggi, non dimenticare il tuo capitale per il Paradiso. Fa’ del bene e dona con gioia.

La vita non dipende da ciò che possiedi,  ma da ciò che uno dà. La vita vive di vita donata. Noi siamo ricchi solo di ciò che abbiamo donato. San Basilio ammoniva: «Se vuoi, hai dei granai, sono nelle case dei poveri» Perciò ricorda: Fa’ del bene e dona con gioia.
Condividi l'articolo