Comune e Ascot pronti al dialogo.

Uniti per Tropea

Si punta a creare una nuova fase di sviluppo della città

L’amministrazione comunale ha deciso di avviare un dialogo serio e costruttivo con i commercianti dopo numerose vicende che hanno visto quasi svilupparsi una contrapposizione tra loro, ma senza alcuna motivazione politica. Adesso è il tempo di riunirsi e collaborare, in vista della stagione turistica. Nella Biblioteca Comunale, alcuni componenti del direttivo dell’ Ascot hanno incontrato il Vicesindaco Sandro Cortese in un’atmosfera in cui è prevalso l’interesse per il bene del paese. Innanzitutto, si è deciso di «non tentare voli pindarici in vista di una programmazione particolare perché ormai i commercianti e gli operatori turistici stanno entrando nel pieno delle loro attività». E’ quindi necessario, secondo entrambi, cercare di risolvere i problemi urgenti ed effettuare una serie di interventi tempestivi, senza procrastinare ulteriormente. I membri dell’associazione hanno voluto approfittare dell’occasione per chiedere delucidazioni sulle varie problematiche che incidono sulla vivibilità nostra cittadina, individuate durante gli incontri che si sono tenuti periodicamente ed hanno registrato numerose presenze degli iscritti. Tra gli argomenti trattati con particolare attenzione vi è stata la questione dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani riguardante l’individuazione delle modalità e degli orari e l’attuazione del sistema della raccolta differenziata porta a porta. Il Vicesindaco Sandro Cortese ha risposto che si informerà e poi saranno concordate le condizioni del servizio. L’Ascot, dalla sua parte ha fatto sapere che in una precedente riunione i componenti hanno espresso anche l’idea di autofinanziarsi per ottenere l’erogazione del servizio della raccolta differenziata. Inoltre, ulteriori chiarimenti sono stati richiesti all’Amministrazione sulla riduzione del permesso di carico e scarico di merci nel centro storico ad una volta al giorno, mentre i commercianti hanno chiesto che il limite rimanga a due volte al giorno, esclusi i week-end. Gli esercenti hanno anche espresso il bisogno di maggiori garanzie riguardo al servizio di fornitura dell’acqua nel periodo estivo ed hanno posto sul tavolo anche l’importante tema della viabilità su cui possono proporre molte idee, ma soprattutto non vogliono che si trascuri la segnaletica, tenendo conto anche dei disagi dei turisti. Ovviamente, il pensiero è andato anche alla zona Marina con i relativi problemi del lungomare interrotto e della scalinata eco-mostro e nell’attesa che vengano risolti, i commercianti hanno proposto di mettere un cartello per scusarsi con gli ospiti che affolleranno la nostra cittadina. Il Vicesindaco ha preso nota di quanto emerso dall’utile incontro e ha fissato un altro appuntamento per il prossimo Sabato. Anche i componenti dell’Ascot sono rimasti soddisfatti per questa apertura al dialogo, ribadendo che «i commercianti non devono essere visti come una categoria ostile e sottolineando la volontà di di prendere parte e discutere sulle decisioni che riguardano lo svolgimento delle loro attività».

Condividi l'articolo