Verso la soluzione per la media

Palazzo Collareto - foto Libertino
Palazzo Collareto - foto Libertino
Hanno tirato un grosso sospiro di sollievo i rappresentanti del comitato delle famiglie degli alunni della scuola media che stamattina, insieme alla vice commissario Rosaria Luzza e al segretario comunale, hanno fatto un sopralluogo presso l’ex ospizio S. Rita per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. La consegna, secondo i calcoli del responsabile dell’ufficio tecnico comunicati ai genitori durante un’assemblea dal commissario Giovanni Cirillo, era stata fissata per fine anno ma la piacevole sorpresa è stata che i lavori sono praticamente ultimati per cui sarà possibile effettuare il trasloco della scuola media molto prima del previsto. La ditta incaricata infatti ha fatto salti mortali facendo lavorare gli operai fino a sera, anche per le sollecitazioni della Luzza che, insieme al commissario, ha seguito con costante e pressate impegno la vertenza che aveva creato una profonda frattura tra i genitori che non avevano accettato la soluzione del turno pomeridiano prolungato fino alla fine dell’anno presso i locali dell’istituto alberghiero e le rappresentanti del comitato che invece erano fiduciose in una consegna più rapida della nuova sede. E i fatti hanno dato loro ragione. Tutte le aule ormai sono fornite delle porte che mancavano; nei bagni sono stati nuovamente collocati gl’igienici che vandali avevano precedentemente rubato; in alcuni ampi locali sono state fatte delle divisioni interne per ricavare le aule necessarie e gli uffici; per garantire la sicurezza sono state poste le inferriate alle finestre; è stato completato l’impianto elettrico e sono state tinteggiate tutte le pareti. Manca soltanto qualche rifinitura nell’aula magna e l’allacciamento alla corrente da parte dell’Enel che ha già fatto il sopralluogo. I vigili del fuoco hanno visitato la struttura rilasciando il loro placet. Pienamente soddisfatta la vice commissario Luzza nel constatare che “esiste ora per i ragazzi una situazione idonea e degna”. Ora è previsto che da lunedì pomeriggio degli operai del Comune, affiancati da alcuni genitori e dagli scout inizieranno a pulire i locali e poi saranno portati banchi, lavagne e gli arredi di tutta la scuola, compresi quelli degli uffici di segreteria e della presidenza. Se non si perderà del tempo per l’allaccio della luce, le lezioni nella nuova sede dovrebbero prendere il via il 23 novembre. La notizia diffusasi stamattina ha tranquillizzato doppiamente i genitori per il timore che i loro figli possano perdere dei giorni di scuola perché gli studenti dell’istituto alberghiero da stamattina sono in agitazione e minacciano di occupare già da domani la scuola per protesta contro la promessa finora non mantenuta di dotare l’istituto del laboratorio di cucina, indispensabile per il loro corso di studi.

Condividi l'articolo