Tropea, la Ztl fa discutere

Il consigliere Macrì risponde all’assessore Valeri

“Violata la normativa sugli appalti”

“Non ho mai dubitato che il Comune avesse ottenuto l’autorizzazione dal Ministero dei Lavori Pubblici per l’istallazione della Ztl ai centri storici”. E’ quanto precisa il consigliere comunale di minoranza Nino Macrì in risposta alle recenti dichiarazioni dell’assessore Nino Valeri. I suoi dubbi, invece, sono espressamente precisati in merito alla regolarità della procedura d’appalto. “L’affidamento del servizio è avvenuto – spiega Macrì – in violazione della normativa sugli appalti pubblici”. Secondo lo stesso, infatti, non c’erano le condizioni per agire direttamente. “Con una serie di “artifici e raggiri” – continua Macrì – si è abbassato l’importo del servizio, così da procedere ad un affidamento diretto”. Poi, proseguendo nell’analisi, punta il dito sulla gestione del futuro servizio. “è stato previsto – aggiunge – in favore della ditta, come corrispettivo per il servizio svolto, il riconoscimento di una percentuale sulle multe, pratica questa che il Ministero dei Trasporti, con circolare n. 77901 del 10 agosto 2007, ha vietato per una serie di ragioni, che la Corte dei Conti ha condiviso nei suoi interventi” Conclude, infine, ponendo l’accento sui rischi, così facendo, di pratiche fraudolente ai danni degli utenti.

Condividi l'articolo