Violenza e morte: fino a quando?

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

290a-parigi

Violenza e morte: fino a quando?

Dov’è la storia bella oggi? – «Siamo sconvolti da questa nuova manifestazione di folle violenza terroristica e di odio che condanniamo nel modo più radicale insieme al Papa e a tutte le persone che amano la pace».
Papa Francesco ha seguito con costernazione le terribili notizie provenienti da Parigi: «Preghiamo per le vittime e i feriti e per l’intero popolo francese. Si tratta di un attacco alla pace di tutta l’umanità che richiede una reazione decisa e solidale da parte di tutti noi per contrastare il dilagare dell’odio omicida in tutte le sue forme».
Da Parigi arriva la dura condanna del Consiglio francese del culto musulmano: «Le organizzazioni musulmane condannano con il più grande vigore questi attacchi odiosi e abietti; invitano l’intera nazione all’unità e alla solidarietà e pregano per la Francia, perché possa affrontare questa terribile prova con calma e dignità».

Il vangelo di questa domenica (33a TO B)
+ Dal Vangelo secondo Marco (Mc 13,24-32)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte.
Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo.
Dalla pianta di fico imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, è alle porte.
In verità io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.   Quanto però a quel giorno o a quell’ora, nessuno lo sa, né gli angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre».

Parigi - L'orrore cresce col terrore: "Il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo... Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno". Gesù sarà sempre presente in mezzo a noi con la sua croce.
Parigi – L’orrore cresce col terrore: “Il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo… Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno”. – Gesù sarà sempre presente in mezzo a noi con la sua croce.
Condividi l'articolo