Vista da vicino la nuova realtà russa

L’Andolina, tra i fautori dell’accordo storico tra le due città.

Vanno avanti gli incontri per la sottoscrizione del gemellaggio tra la cittadina tirrenica di Tropea e quella dell’oblast moscovita Zvenigorod.

 Gemellaggio tra la cittadina tirrenica di Tropea e quella dell'oblast moscovita Zvenigorod
Gemellaggio tra la cittadina tirrenica di Tropea e quella dell'oblast moscovita Zvenigorod

Vanno avanti gli incontri per la sottoscrizione del gemellaggio tra la cittadina tirrenica di Tropea e quella dell’oblast moscovita Zvenigorod. Oltre al Comune di Tropea e alla città di Zvenigorod, entrano ora in gioco anche la Regione Calabria, le compagnie di charter, i tours operetors e gli operatori economici russi.
L’iniziativa, partita proprio su interessamento dei russi, è stata accettata di buon grado dagli amministratori locali e dovrà essere ratificata presto dal Consiglio comunale. «Abbiamo accettato l’invito immediatamente», racconta l’assessore al Turismo e vicesindaco di Tropea Massimo L’Andolina, tra i fautori dell’accordo storico tra le due città, «e senza riserve – prosegue – immaginando quali opportunità, culturali ed economiche, avrebbero potuto aprirsi con questa iniziativa». Del resto quanto fatto fino ad oggi in questo contesto è perfettamente in linea con quanto contenuto nel programma elettorale del gruppo “Uniti per la Rinascita”, e il vicesindaco ricorda come in esso «si segnalava la necessità di aprire nuove frontiere turistiche con i paesi dell’est europeo». Per L’Andolina «i rapporti politici e di amicizia che quel gemellaggio ha determinato ci hanno consentito di conoscere da vicino la nuova realtà russa, ben diversa da quella nota alla mia generazione e alle generazioni precedenti, realtà spinta alla conoscenza di altri popoli, al viaggio, al turismo: e Tropea e la Calabria sono nei loro desideri». Pur consapevoli «che il Comune di Tropea da solo non può muovere masse russe verso i nostri lidi» il vicesindaco è però fiero del fatto che la propria amministrazione sia stata «capace non solo di cogliere una opportunità ma anche di aprire un canale politico che potrebbe facilitare l’intera operazione». Infatti, i contatti che i rappresentanti comunali avevano avviato tra i funzionari della Regione Calabria e i russi sono iniziati in occasione della Borsa Internazionale del Turismo di Milano, mentre a Mosca, grazie anche ad altri colloqui intercorsi con la direzione dell’aeroporto di Lamezia è stato possibile «gettare sul tavolo altre facilitazioni per l’eventuale creazione dei voli charter». Il vicesindaco, raccontando l’accoglienza ricevuta in occasione del secondo viaggio «presso la Casa dei giornalisti Russi di Mosca, un palazzo storico e molto bello utilizzato anche come centro Polivalente di convegnistica», spiega che assieme ai rappresentanti di Tropea erano presenti anche «il Presidente del Consiglio regionale Talarico, il deputato regionale Fedele, e il funzionario di punta dell’assessorato Regionale al Turismo Anastasi, oltre a “Destinazione Calabria”, un tour operetor calabrese con forte esperienza incoming». In quella sede sono stati decisi i passi che dovranno essere compiuti da ognuno, per giungere a qualcosa di concreto. Il giorno seguente, presso lo stand che la Regione Calabria ha allestito al Mitt di Mosca, anche il governatore della Calabria Scopelliti è stato messo a conoscenza degli accordi stipulati tra Tropea e Zvenigorod, e «ha manifestato il proprio apprezzamento e la piena disponibilità della Regione Calabria». Ora, non resta che «lavorare con passione e serietà», conclude L’Andolina, e in tal senso «saranno spese molte delle nostre energie sicuri che stiamo lavorando bene nell’interesse esclusivo della città di Tropea e della Calabria».

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.