Ztl, è polemica tra Macrì e Valeri

Il consigliere replica alle dichiarazioni dell’assessore

Ancora problemi per il servizio del centro

Botta e risposta tra Macrì e Valeri sulla sospensione temporanea fino alla fine di gennaio del servizio sulla “Zona a traffico limitato”. Il primo dicembre, infatti, il capogruppo di Identità in Progress chiedeva la chiusura temporanea di tale servizio tra il 2 novembre e l’1 maggio «per consentire ai locali ed alle attività commerciali del centro storico di essere più facilmente raggiungibili nei mesi in cui va via via diminuendo la presenza di turisti nella cittadina tirrenica». L’amministrazione comunale, il 19 dicembre, con l’ordinza n° 38, imponeva la chiusura temporanea del servizio sino al 31 gennario «per venire incontro ai fedeli – ha dichiarato Valeri alla stampa – dato che le celebrazioni religiose si svolgono principalmente nel centro storico». La scelta sarebbe stata dettata dunque, secondo l’assessore alla Viabilità, «dal fatto che agli anziani sono legati all’osservanza quotidiana dei riti che spesso si svolgono in orari mattutini».
Secondo Macrì, però, le dichiarazioni di Valeri sono altra cosa rispetto ai contenuti dell’ordinanza sindacale in questione, poiché la chiesa concattedrale è chiusa da tempo per restauro e i riti si tengono nella chiesa di San Michele, cioè quella delle anime del purgatorio, che è fuori dal centro storico e, quindi, dalla Ztl. «Ergo – commenta Macrì -, o il Valeri è in mala fede ovvero disconosce la realtà tropeana, e le due ipotesi non si escludo a vicenda».
Riferendosi alle «non meglio precisate manifestazioni religiose che si svolgerebbero nelle ore pomeridiane e notturne» ed alla «fantomatica concertazione sindacale» contenute nell’atto, Macrì giudica l’ordinanza «un autentico falso ideologico in atto pubblico atteso che molti dei punti nella stessa riportati sono destituiti da ogni fondamento».
In conclusione, Macrì prende atto del fatto che l’assessore Valeri «non si cura dell’esigenze del commercio ed in particolar modo dei ristoratori e, per quanto di mia conoscenza, la sua posizione non rispecchia quella dell’amministrazione comunale, che è intenzionata a sospendere per motivi legati al commercio il divieto di transito e la rilevazione elettronica degli accessi per un periodo molto più ampio rispetto a quanto voluto dall’assessore al traffico, il quale si oppone decisamente a ciò sol perché l’iniziativa non è partita da lui».

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.