Intervista all’onorevole Napoli

Abbiamo raggiunto telefonicamente l’onorevole Angela Napoli e siamo riusciti ad intervistarla. Alcuni articoli di giornale proprio stamattina titolavano così: “Tropea, in campo la Napoli”.
Si parla di una possibile candidatura dell’onorevole alle prossime elezioni amministrative tropeane.
Angela Napoli non ha bisogno di presentazioni ulteriori. Il suo retroterra politico parla da sé: costante impegno nell’antimafia e grande indipendenza mostrata lasciando la coalizione del PDL. Una donna calabrese attenta agli umori e malumori dei calabresi.

Tropea non è un paese per giovani

Peppino Romano, con il metaforico aiuto della protezione civile, si ricandida a Sindaco di Tropea; Antonio Euticchio si sottopone con una sua lista al giudizio dei cittadini; Michele Accorinti è capolista dell’Udc con la benedizione (forse) di Egidio Repice e un sospiro di sollievo di Nino Valeri; La sinistra storica del compagno Pasquale D’Agostino pensa (ma è ancora incerta) di schierarsi a fianco del candidato sindaco De Luca; I componenti del neo-comitato tropeano si affidano a chi “esprime la sintesi delle istanze espresse” dal comitato e dai soggetti incontrati; I socialisti di Piergiorgio Centro si distinguono e propongono una soluzione fuori dagli schemi tradizionali; Carmine Adilardi sponsorizza la compagine Utopia tropeana. Francesco Il Grande e Alberto De Monte non demordono e, seppur con affanno, rientrano in campo con la squadra degli indimenticabili; l’ex vicesindaco Cortese sta pensando ad un club politico d’ispirazione risorgimentale; alcune associazioni femminil-femministe avanzano la richiesta di una candidata-sindachessa; le candidature di Pino Rodolico e Mimmo Tropeano rimangono in prognosi riservatissima; Pasquale Orfanò continua ad opporre il suo gran rifiuto e Alfonso Del Vecchio, deluso dalla città degli uomini si consola tra le pagine agostiniane della città di Dio.